OGGI ALLE 14.30 AL ROCCHI. SFIDA PER IL QUINTO POSTO, CON 3 ASSENZE GIALLOBLU

DI MAURO CUCCAGNA

Il primo sabato di Lega Pro gialloblu, dove l’imperativo vincere riabbraccia il ritorno di Giovanni Cornacchini sulla panca di Via della Palazzina. Per tornare a comandare il gruppo a ridosso delle primissime, bisogna battere la Giana Erminio, considerata da molti, il proverbiale cliente scomodo. A questo punto del campionato è’ anche lecito forzare la mano ai convenevoli, sfruttando il turno casalingo, contro una squadra che può essere superata.

Il tecnico gialloblù’, non nasconde la polvere sotto il tappeto, sapendo che le defezioni di Celiento, Cenciarelli e Jefferson in un colpo solo, non sono di poco conto e i presagi dell’andata di Gorgonzola, tornano a bruciapelo e invitano alla prudenza. Della gara di andata resta il ricordo dell’infortunio di Sforzini, incluse le ruggini del dopo – gara e un comportamento non proprio inglese dell’entourage Lombardo.

Tutto azzerato dal tempo, e la Viterbese 2.0 ha nel DNA uomini e mezzi per tornare al di sopra della squadra di Albe’. Cornacchini dal canto suo è’ tornato in sella con una vittoria esterna, nel segno del suo calcio che predilige tre uomini offensivi, trovando in Sandomenico e sopratutto Falcone, la velocità sulle fasce che non aveva avuto nel primo scorcio di campionato.

Probabilmente sarà anche la prima a tempo pieno per l’ex Siena Doninelli, mentre in avanti e’ scontato il trio che ha vinto a Pontedera. La variante Neglia dal primo minuto non è da escludere a priori, mentre per sostituire Celiento, sarà opportuno ridisegnare i meccanismi difensivi e  l’impiego di Pacciardi appare al momento una soluzione plausibile.

error: Content is protected !!