UNA VITERBESE CHE DEVE CONTINUARE A FUNZIONARE

Il 3-4-3 funziona ancora molto bene e chi pensava che l’assenza da questa categoria potesse aver un po’ arrugginito Puccica e il suo schema si è sbagliato. La speranza è che tutto ciò – ORA – abbia un seguito, che il lavoro del tecnico di Capranica possa continuare a dare i suoi frutti sulle motivazioni e sui movimenti in campo dei giocatoti. E soprattutto che arrivino notizie migliori dall’infermeria, dove ci è finito pure Cuffa, che ci rimarrà con il braccio ingessato, dopo l’infortunio accusato sabato scorso.

 

Nella doppia seduta di domani la Viterbese cercherà di lavorare pure sul centrocampo. Certo che in questo reparto gli uomini continuano a scarseggiare. E per fortuna Puccica ha capito che Pandolfi e Varutti potevano giocare su quella linea, guadagnando così – oltre al rendimento di un giovane bravo come Pandolfi – pure due pedine in più che non avevano avuto i suoi predecessori, i quali non avevano cercato neanche toppo bene nella rosa a disposizione e nel repertorio dei moduli tattici.

 

error: Content is protected !!