SERIE D. IL MONTEROSI ATTENDE IL RESPONSO DI NUORESE-ARZACHENA

Domenica prossima tutta l’attenzione dei Biancorossi – che riposeranno –  sarà incentrata sulla gara sarda tra Nuorese e Arzachena per vedere se i Sardi potranno non effettuare il sorpasso in testa alla classifica.

Intanto va in archivio la terzultima giornata che, nonostante le assenze di Pippi, Piro, Salvatori, Matuzalem, Costantini, Lommi) ha registrato una squadra vogliosa di dimostrare subito le proprie intenzioni al Latte Dolce nonostante il vantaggio dell’uomo in più: “L’obiettivo era quello di chiudere questa fase del campionato con una vittoria – dichiara mister David D’Antoni nel post partita – Ora abbiamo il turno di riposo con la possibilità nell’ultima gara col Trestina di concludere il campionato a 73 punti. L’obiettivo che ci eravamo prefissati qualche settimana fa era questo e l’abbiamo quasi raggiunto. Adesso attenderemo l’esito delle partite di domenica. Vedremo se qualcuno di darà una mano. Questi ragazzi meritano di vincere il campionato, non che l’Arzachena non lo meriti, ma questo gruppo sta facendo qualcosa d’importante. Sono diverse settimane che stiamo facendo a meno di 5-6 giocatori importanti. Piro, Matuzalem e Salvatori sono fuori da quasi due mesi, Pippi out, Costantini squalificato con Palumbo e Sivilla a mezzo servizio. Non è semplice gestire questa fase del campionato. I ragazzi ci sono riusciti alla perfezione, segno di un grande gruppo ed una grande società: un lavoro perfetto”.

QUI ARZACHENA

Successo con qualche sofferenza di troppo ma importantissimo per conservare la vetta. L’Arzachena batte di misura l’Avezzano e prosegue la marcia verso la Lega Pro con il grande sogno giunto oramai alla penultima tappa: battendo anche Nuorese e Albalonga si spalancherebbero le porte del professionismo. La gara con gli abruzzesi è stata giocata con pazienza e intelligenza, sbloccata solo a fine primo tempo con il rigore di Branicki, nella ripresa l’autorete di Sbardella è stato solo un episodio che ha complicato i piani della squadra di Giorico capace di riportarsi in vantaggio con Marco Aiana (nella foto) per poi non chiudere il cerchio con Mithra, sfortunato nella conclusione che ha centrato il palo. Il Muravera fa un regalo agli smeraldini fermando il Rieti ma l’avversario più pericoloso resta il Monterosi che domenica prossima intascherà i tre punti col Foligno mentre l’Arzachena sarà di scena al Frogheri nel derby contro la Nuorese in piena corsa playoff. 

error: Content is protected !!