VITERBESE, CE LA FA IANNARILLI?

Una domanda prevale su tutte: ce la farà Iannarilli? Difficile dirlo oggi. Di sicuro c’è la forte tempra del ragazzo di Alatri e la sua grande voglia di rientrare indossando una maschera protettiva, ma sarà sufficiente? Tecnici e sanitari gialloblu decideranno solo all’ultimo momento, sperando di poter ridare alla difesa gialloblu quel settanta per cento del proprio potenziale, come la sconfitta di Siena ha confermato, ammesso che ce ne fosse stato bisogno.

Almeno queste son le ultime notizie di ieri, dopo l’allenamento di Grotte di Castro, che dovranno – come detto – essere rivisitate al termine della rifinitura in programma domani.

Iannarilli a parte, potrebbe registrarsi qualche ritocco alla formazione, con almeno un paio di innesti rispetto a Siena. Dipenderà anche dalle condizioni di Falcone e da come avrà recuperato dal virus, così come il grado di tenuta di Cenciarelli e Cruciani, con quest’ultimo ancora in difficoltà, dopo il lungo stop.

DIFESA. In difesa potrebbe vedersi qualche volto diverso, anche se non ci sono defezioni indotte dal giudice sportivo: Miceli è soltanto in diffida e Celiento è arrivato un passo prima.

Vedremo le decisioni di Puccica, che – dopodomani – si ritroverà di fronte il “vecchio pupillo” Alessandro Polidori, lanciato da lui alla Flaminia, qualche anno fa.

error: Content is protected !!