EDIZIONE MAGNUM. LA “MATEMATICA” GIALLOBLU, IL CAMPIONATO GETTATO VIA DAI GRIGI

Matematica per i Gialloblu, mentre i Grigi dell’Alessandria gettano per la seconda – e definitiva – volta il campionato nella pattumiera. Con la Cremonese sconfitta a Livorno, cosa fa l’Alessandria? Va a pareggiare sul campo della Lupa Roma: roba da non credere, da far venire un “coccolone” all’amico e collega Mario Bocchio, che con tanta passione – e altrettanta pazienza – si era “cibata” una trasferta tutt’altro che corta fino a Tivoli.

Tornando alle cose gialloblu. L’Arezzo, probabilmente, più di quello non poteva fare. E’ stato confermato – semmai ce ne fosse stato bisogno –  che L’assenza di Moscardelli incide quanto quella di Iannarilli nella Viterbese.

Uno Iannarilli che è una delle anime di questa squadra gialloblu, quella della voglia di lottare, di sfidare anche le leggi della fisica e dell’anatomia, scendendo in campo a pochi giorni dalla frattura allo zigomo.

IANNARILLI E LA SUA MASCHERINA PERSONALIZZATA

La sua “maschera verde” dovrebbe essere l’inno della Viterbese e l’esempio da seguire per molti altri, alla ricerca della grande volontà per queste partite che rimangono.

Quella volontà richiesta a gran voce dal patron Camilli nella fase finale, quando si è reso conto che – con qualcosa in più – si poteva arrivare a dama, si poteva battere l’Arezzo arrendevole, che al Rocchi non ha mostrato di valer tutti i punti di vantaggio che vanta sui Gialloblu.  

UN PUNTO CIASCUNO …. VITERBESE-AREZZO 0-0. RISULTATI E CLASSIFICHE

PANDOLFI PENDOLINO SULLA FASCIA. CELIENTO E MICELI CERTEZZE

error: Content is protected !!