IL CAMPIONATO. COSA ACCADRA’ DOMENICA PROSSIMA?

La serie B, il prossimo anno, avrà una partecipante arrivata dal girone A della  LegaPro, salita in una maniera rocambolesca, alla fine di un campionato indecifrabile.

Difficile, a questo punto, che la Cremonese fallirà gli ultimi novanta minuti casalinghi contro il Racing Roma e quindi chiuderà la stagione con una promozione che poteva saltare di nuovo dopo la sconfitta di Livorno. L’Alessandria, che si era giocata la serie B a Viterbo, ha avuto a disposizione un altro – clamoroso – match point – sul campo della Lupa Roma, non di una invincibile.

Ed invece i Grigi piemontesi non sono riusciti ad andare oltre il pari, gettando nella pattumiera l’ultima chance che il destino  – calcistico – gli aveva riservato, a suggello di una stagione dominata totalmente per un intero girone di andata, quando la serie B sembrava solo un dettaglio, solo una questione di tempo.

Tutto si deciderà invece, sul filo di lana, anche per i playoff, dove ancora il Renate può rientrarci, se vince sul campo della Tutto Cuoio, e il duo Pro Piacenza- Lucchese, se archivieranno positivamente le rispettive gare a  Siena e Gorgonzola. Il tutto mentre si giocherà lo scontro diretto tra Viterbese e Como, con quest’ultima che potrebbe addirittura finire al quinto posto. Superando il Piacenza, quindi, che chiuderà – però – la stagione regolare ospitando il Prato. Livorno e Arezzo si giocano il terzo posto, i Labronici a Pistoia e gli Aretini ospitando l’Olbia.

Proprio l’Olbia è ancora in lizza nel gioco dei playout, insieme al Prato e alla Carrarese, che riceve la Lupa Roma.

Potrebbe scapparci anche un’ammucchiata ed allora via con il ricorso ai risultati degli scontri diretti per dipanare la matassa di un campionato in cui la sua parte finale è stata ricca di sorprese ed anche di incoerenze.

Aveva ragione Luciano Foschi, quando – in tempi non sospetti, dopo la sconfitta del suo Renate a Viterbo – disse che per i playoff, ad esempio, si sarebbe dovuto aspettare solo l’ultimo minuto del campionato e, probabilmente, soltanto facendo ricorso a scontri diretti e differenze reti. E così sarà, sabato prossimo, alle ore 16.30.

error: Content is protected !!