L’ORMAI FAMOSO TABELLINO DELLA PARTITA

Solita telefonata del sabato mattina per raccordarmi con un dirigente di una squadra di prima categoria per prendere l’ormai famoso tabellino della gara

IO: Direttore buongiorno, allora domani il solito tabellino. Tutto ok, vero?
DIRIGENTE: Certamente tutto a posto. Ma per che ora mi chiama?
IO: Mi dica lei
D: Giochiamo alle 11, alle 13 finiamo. Guardi, subito dopo vado dall’arbitro per il rapportino di fine gara.
IO: Benissimo, chiamo per le 13.30?
D: No, no, guardi, a quell’ora siamo già con il Presidente e la squadra in un ristorante dove al 100% non prende il telefono, facciamo dopo
IO: Benissimo. Per le 15 avrete finito?
D: uhm…conoscendo i ragazzi, non credo…
IO: Va beh, per le 16, le 16.30?
D: No, no per quell’ora devo portare mia moglie al centro commerciale e non posso portarmi la cartellina con i fogli del referto dentro.
IO: Ok, allora per le 18 sarà tornato dal centro commerciale?
D: Sta scherzando? Sa cosa c’è alle 18?
IO: No, veramente no.
D: Beh lo sanno tutti. Alle 18 gioca la serie A con la mia squadra del cuore, quindi dalle 18 alle 20 non ci sono per nessuno. Pensi che chiudo anche mia moglie fuori dalla stanza perchè la partita la devo vivere fino in fondo, da solo, ha presente stile “Fantozzi”? (ride)
IO: Benissimo. Allora mi dica, dalle 20 in poi? Ce l’ha 2 minuti per dettarmi sto benedetto tabellino?
D: Embè dopo ho ospiti a cena. Pensi viene addirittura mia suocera, non le dico….
IO: Direttore, allora mi dica lei. A che ora posso chiamarla? A mezzanotte?
D: Mah, non so. Non può chiedere alla squadra avversaria?

Buon lunedì

error: Content is protected !!