COMO-VITERBESE, COSI’ ALL’ANDATA

VITERBESE C. – COMO 3-2

VITERBESE CASTRENSE  (4-4-2): Iannarilli 6; Celiento 6,5 Scardala 6,5 Pacciardi 6 Varutti 6; Marano 6 (1’ st Cenciarelli 6) Cuffa 6,5 Mununga 6,5 Belcastro 6,5 (15’ st Cruciani 6); Neglia 6,5 Bernardo 6,5 (42’ st Diop sv). A disp. Pini, Mallus, Invernizzi, Fè, Ansini, Mazzolli. All. Pagliari 6,5

COMO (3-5-2): Zanotti 5,5; Ambrosini 5,5 (9’ st Cristiani 6,5) Briganti 5,5 Antezza 5,5; Marconi 6 Pessina 6 Fietta 6,5 Di Quinzio 6 (9’ st Le Noci 6) Sperotto 5,5; Bertani 6 (29’ st  Mutton sv) Chinellato 6,5. A disp. Rubinho, Scaglione, Cortesi, Piacentini, Peverelli, Damian. All. Gallo 5,5

ARBITRO: Guarnieri di Empoli 5,5

Guardalinee: Ruggieri e Micaroni 

MARCATORI: 15’ pt Chinellato (C), 19’ pt Belcastro (VC), 5’ st Bernardo (VC), 32’ st Neglia (VC), 36’ st Cristiani (C)

AMMONITI:  Bernardo (VC), Cristiani (C), Pacciardi (VC), Cuffa (VC)

NOTE. Angoli 4-2 per la Viterbese C. Spettatori circa 1300. Recupero, pt 2’, st 5’.

 

VITERBO – Torna al successo la Viterbese C. dopo un mese e il nuovo tecnico Pagliari incassa la sua prima vittoria in gialloblu. Una vittoria figlia di tanta generosità, la stessa predicata dall’allenatore marchigiano, che ha chiesto – e ottenuto – il massimo della disponiblità a tutti i giocatori., anche di adattarsi a posizioni in campo che non sembravano le più naturali.

E i Gialloblu hanno risposto bene, giocando e vincendo, facendo propria una partita diventnte e aperta fino al termine, quando il Como l’ha rimessa in carreggiata con il suo secondo gol (36’), con la rete di Cristiani, entrato in campo al posto di Ambrosini – e subito dopo con Chinellato, il cui gol è stato annullato per fuorigioco.

Esattamente lo stesso fuorigioco che sembrava avesse favorito in avvio (15’) la prima rete del bravo attaccante del Como, che aveva perforato uan difesa apparsa nonj del tutto atenta, proprio perché convinta che la posizione di Chinellato non fosse regolare.

In mezzo c’è tanta Viterbese, soprattutto i suoi tre gol. Quello di Belcastro (19’), che ha messo dentro di testa, eppoi quelli della ripresa, quando Bernardio (15’) si è ben infilato in area di rigore ed  ha battuto il portiere in uscita. Così come ha fatto (32’) Neglia, quando ha segnato la sua settima rete stagionale, scattando su un suggerimento di Cuffa e superando ancora Zanotti.

Nel finale la gara si è surriscaldata in campo e il direttore di gara non sempre è sembrato in grado di tenerla saldamente in mano, estraendo il primo cartellino giallo soltanto quando Bernardo si è tolto la maglia per festeggiare il gol segnato.

error: Content is protected !!