IL REGOLAMENTO DEI PLAYOFF. COSA C’E’ DIETRO

 1. Modalità di svolgimento delle gare di Play Off e Play Out 1.1 Le partite si disputeranno nelle date e nei termini già resi noti con C.U. N. 159/L del 21 Febbraio 2017, e C.U. 77/L del 11.08.2017, secondo il calendario che si allega al presente comunicato (Allegato A.). 1.2 In considerazione della modifica della normativa che disciplina l’accesso ai Play Off ed il relativo svolgimento, nel rispetto di quanto previsto e disciplinato dalle NOIF, Lega Pro ha deciso per la prima volta nella storia della Lega di organizzare la fase finale a Firenze creando un evento sportivo che darà grande visibilità alle squadre che vi parteciperanno, così come a tutto l’organico della Lega Pro. 1.3 Per le ragioni di cui al paragrafo che precede, le gare delle semifinali (13 e 14 Giugno) e la finale (17 Giugno) si disputeranno a Firenze presso lo Stadio Artemio Franchi, negli orari che saranno comunicati in un momento successivo. 1.4 Tutte le partite di Play verranno messe in onda in modalità pay sul canale LEGA PRO CHANNEL. Gli orari di inizio delle gare verranno comunicati successivamente anche in funzione delle esigenze audiovisive. 1.5 Alcune gare verranno trasmesse da RAI in diretta televisiva: la scelta delle partite in onda su canali RAI verrà effettuata da quest’ultima, ma la Lega farà quanto possibile affinché venga garantita la massima visibilità a tutte le associate che partecipano ai play. 1.6 Le immagini delle partite non trasmesse da RAI saranno oggetto di procedure competitive per la cessione dei relativi diritti audiovisivi di messa in onda in diretta. 2. Organizzazione gare 2.1 Per le gare di Play Off e di Play Out la Lega assume il duplice ruolo di organizzatore della competizione e dei singoli eventi. 2.2 L’organizzazione di ogni singola gara dei Play Off e Play Out è, quindi, riservata alla Lega Italiana Calcio Professionistico, che opererà con propri incaricati amministrativi e si avvarrà della collaborazione della società sportiva che avrà l’obbligo di mettere a disposizione gratuitamente l’impianto sportivo, il sistema di biglietteria ed il sistema di controllo accessi. 2.2 bis L’organizzazione della fase finale sarà gestita direttamente ed 458 integralmente dalla Lega Pro. Per ragioni di sicurezza, nonché in ottemperanza del Disciplinare per le gare di Play Off e Play Out di Lega Pro – Final Four, ogni società sportiva che disputerà le gare delle semifinali e della finale, sarà tenuta a garantire la partecipazione dello SLO nonché a fornire a propria cura e spese un numero minimo di 10 stewards che, nel corso della stagione, hanno prestato attività per la stessa in occasione delle gare interne. Avendo ogni singolo club, ottenuto la licenza nazionale, lo stesso deve avere la disponibilità del servizio di stewarding. Essendo il predetto adempimento obbligatorio per il rilascio della licenza nazionale, nessun compenso e/o rimborso sarà dovuto dalla Lega alle singole società sportive per tali prestazioni. Le società che accederanno alle Finall 2017 dovranno comunicare il numero (non inferiore a 10) degli stewards nonché l’elenco dei nominativi. 2.3 Avendo infatti ogni singolo club ottenuto la licenza nazionale, lo stesso deve avere la disponibilità di un impianto idoneo (ai sensi della Determina n.17/2009 dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, delle disposizioni – anche regolamentari – vigenti, di quanto previsto dalla competente Autorità per la disputa della singola gara) nonché contratti in essere, sino al termine della corrente stagione, con società di ticketing e di controllo accessi che operano in conformità alle normative vigenti. Essendo i predetti adempimenti obbligatori per il rilascio della licenza nazionale, nessun compenso e/o rimborso sarà dovuto dalla Lega alle singole società sportive per le prestazioni rese (disponibilità impianto, biglietteria, controllo accessi). 2.4 Per la finalità di cui al paragrafo che precede ogni singolo club ammesso alla disputa dei Play dovrà richiedere alle proprie società di ticketing e di controllo accessi la volturazione della titolarità del singolo evento alla Lega Pro: pertanto, fermi restando gli obblighi negoziali a carico dei contraenti originari (società sportiva da una parte e società di ticketing/controllo accessi dall’altra) per la fornitura del singolo servizio lo stesso dovrà essere reso a favore del terzo, cioè della Lega Pro ed a quest’ultima, in qualità di soggetto organizzatore dell’evento, dovranno essere intestati tutti gli atti amministrativi (es. biglietti, modello C1, ecc.) e corrisposti direttamente i proventi. Per la corretta intestazione si riportano gli estremi: Lega Italiana Calcio Professionistico, Via Jacopo da Diacceto, n. 19 Firenze – C.F. e P.IVA 03974420485. 2.5 Per l’individuazione dei costi per la prestazione dei servizi e per gli ulteriori adempimenti di cui all’Allegato B, la Lega Pro, tenendo conto della capienza dell’impianto nonché della media spettatori presenti allo stadio nel corso della stagione sportiva, ha elaborato un tabulato nel quale sono state determinate le quote fisse di rimborso forfettario (da maggiorarsi dell’IVA) spettanti ad ogni società sportiva prima nominata per il singolo evento: le 459 quote di rimborso previste nel tabulato (Allegato B) sono inderogabili e pertanto non verranno riconosciuti ulteriori e/o maggiori rimborsi spese, anche se documentati. 2.6 L’organizzazione delle gare delle semifinali e della finale, ad eccezione di quanto previsto al paragrafo 2.2 bis, è gestita direttamente dalla Lega Pro. Alle squadre partecipanti saranno comunque riconosciute le percentuali di cui all’art. 8, lett. D. 2.7 Per gli adempimenti connessi allo svolgimento delle gare, le società sportive dovranno sottoscrivere un contratto di appalto di servizi che si allega al presente Comunicato con la lettera E 1. 2.8 La Lega si riserva, anche tramite i propri incaricati amministrativi, di fornire di volta in volta le necessarie indicazioni al fine del corretto svolgimento della competizione. 2.9 La commercializzazione dei diritti audiovisivi e radiofonici delle gare di Play – ad eccezione di quelle oggetto di cessione a Rai – verrà posta in essere dalla Lega tramite procedure previste dalle Linee Guida approvate dalle Autorità Garanti rese note con pubblicazione sul sito internet www.lega-pro.com nella sezione dedicata. 2.10 Durante lo svolgimento dei Play dalla 1 fase ai quarti di finale, nonché Play Out, le società potranno mantenere, all’interno dell’impianto sportivo, tutta la cartellonistica ed ogni altra forma di pubblicità adottata nel corso della stagione: resta inteso che alla Lega è riservato l’inserimento di spazi pubblicitari nell’impianto a vantaggio dei propri sponsor. 2.11 La Lega provvederà ad inviare presso ciascuna società sportiva disputante le gare dei Play Off, n.12 palloni ufficiali per la disputa di tutte le gare in casa e a ciascuna società sportiva disputante le gare dei Play Out n.6 palloni ufficiali per la disputa delle gare. 2.12 Per la programmazione dell’attività la Lega ha organizzato le riunioni presenti all’Allegato C: ciascuna società interessata è pertanto invitata a prendere visione del programma ed a partecipare alle riunioni. 3. Biglietteria 3.1 Alla luce della documentazione comprovante i limiti di capienza “autorizzati” dell’impianto ove si disputerà la partita, ogni Società di ticketing dovrà provvedere all’emissione ed alla cessione dei tagliandi di ingresso allo stadio nel numero previsto per ciascun settore ed al costo indicato dalla Lega; su ogni tagliando dovrà essere indicato il naming della Lega Pro 460 (quale soggetto organizzatore dell’evento) e la relativa partita Iva, il modello C 1 dovrà essere intestato alla Lega Pro. 3.2 I rapporti tra la Lega e le società di ticketing saranno regolati dalle disposizioni di cui al contratto Allegato D; in particolare la Lega, tramite i propri referenti amministrativi, per ogni singola partita predisporrà un documento (Allegato F) – da trasmettersi alle società sportive ospitanti ed alla Società di ticketing – nel quale verranno indicati i limiti di capienza di ciascun settore, i costi dei tagliandi per ciascun ordine di posti, il numero di tagliandi omaggio e di accrediti: la società sportiva e la società di ticketing sono obbligate ad attenersi alle disposizioni della Lega. 3.3 Si ricorda che, alla luce della vigente normativa legislativa e delle disposizioni del Ministero dell’Interno, le società non potranno né dovranno emettere un numero di biglietti superiore o diverso da quello indicato per ogni settore e/o diverso servizio (es. omaggio). 3.4 In relazione alla capienza dell’impianto ove si disputeranno le singole gare, la Lega Pro potrà, altresì, riservare settori (o parte di essi) da destinarsi a ragazzi facenti parte del settore giovanile delle società che disputano l’evento; in tal caso il prezzo del biglietto di ingresso allo stadio verrà fissato in misura simbolica ed i ragazzi potranno accedere all’impianto solo indossando la “divisa ufficiale” della società sportiva di appartenenza accompagnati dai soli delegati (facenti parte dello staff tecnico) delle società sportive. 3.5 La Lega determina il prezzo del biglietto per ogni singola gara e riconosce alle società di ticketing la possibilità di aggiungere allo stesso il diritto di prevendita secondo le modalità indicate nel contratto allegato (Allegato D). 3.6 In caso di inottemperanza alla presente disposizione le società di ticketing saranno ritenute responsabili di qualsivoglia conseguenza pregiudizievole anche nei confronti delle competenti Autorità. 3.7 La Lega, alla quale dovranno essere direttamente corrisposti gli incassi derivanti dalla cessione dei tagliandi provvederà alle contabilizzazioni relative alle gare al netto dei diritti di prevendita, secondo i deliberati del Consiglio Direttivo, una volta terminati i Play Off e i Play Out. 3.8 Per la fase finale dei Play Off 2017, che si svolgerà a Firenze, vi sarà la biglietteria unica che opererà con modalità che saranno rese note con una comunicazione successiva. Il controllo accessi in questa fase sarà a cura della società AC Fiorentina. 461 4. Campi da gioco 4.1 Le gare di Play, fatta eccezione delle gare della fase finale, saranno disputate sui campi utilizzati dalle società durante il Campionato. 4.2 La Lega, tuttavia, potrà disporre la disputa delle gare predette su campo diverso da quello utilizzato dalla società prima nominata nel corso del campionato, ove la capienza dello stesso sia ritenuta insufficiente per assicurare una congrua partecipazione dei sostenitori. Ciò anche al fine di evitare problematiche afferenti la sicurezza e l’ordine pubblico. 4.3 La Lega disporrà comunque la disputa delle gare su campo diverso da quello utilizzato dalla società prima nominata nel corso del campionato nel caso in cui, dagli accertamenti effettuati prima dei Play Off e dei Play Out, dovesse emergere la sopraggiunta non rispondenza dell’impianto ai requisiti di cui alle licenze nazionali. 4.4 Nel caso in cui si debbano disputare nella stessa giornata gare di qualificazione che vedano impegnate società che utilizzano lo stesso campo di gioco, si procederà per sorteggio a stabilire l’anticipo di una delle due gare. 4.5 Nel caso in cui una gara non dovesse essere disputata o portata a termine per motivi meteorologici, la nuova data di effettuazione della stessa sarà stabilita dalla Lega – di norma nel giorno immediatamente successivo -. 4.6 La Lega potrà comunque, a suo insindacabile giudizio, modificare le date di alcune gare nonché adottare eventuali diverse determinazioni in relazione a specifiche ed oggettive esigenze di carattere generale non collegate ad interessi specifici delle società interessate. 4.7 Le gare delle semifinali e della finale si svolgeranno a Firenze, presso lo Stadio Artemio Franchi. 5. Nominativi calciatori su maglie da gioco 5.1 Per la fase dei Play Off della stagione sportiva 2016/2017, resta in vigore il regolamento per le divise da gioco vigente nella attuale stagione sportiva, pertanto le società sportive partecipanti hanno l’obbligo di inserire, sul retro delle maglie da gioco, i cognomi dei calciatori in conformità ai seguenti criteri: 462 1) I cognomi dei calciatori devono essere applicati sul retro delle maglie da gioco, con disposizione orizzontale, anche lievemente arcuata, tra il colletto ed il numero. Il cognome dei calciatori deve essere leggibile. 2) I caratteri delle lettere che compongono il cognome devono avere un’altezza massima di cm. 7,5. 3) Sulle maglie di ogni calciatore deve figurare il solo cognome: solo in caso di omonimia tra due o più calciatori di una stessa società sportiva, il cognome deve essere preceduto dall’iniziale del nome. 4) Non è consentita l’alterazione del nome ovvero l’inserimento del soprannome: solo in caso di particolare notorietà del soprannome di un singolo calciatore, la Lega Pro può autorizzare l’apposizione del soprannome in sostituzione del cognome. Esclusivamente per motivi di spazio sono consentite abbreviazioni di nomi particolarmente lunghi. 5) I numeri riportati sulle maglie devono essere in successione da 1 a 24 come previsto dal “regolamento delle rose” e, ove se ne ravvisasse l’esigenza, la numerazione dovrà essere, comunque, progressiva. 6. Patch dei Play Off di Lega Pro 6.1 Le società sportive che accedono alla fase dei Play Off della stagione sportiva 2016/2017, avranno l’obbligo di apporre, sulla parte alta della manica destra delle maglie da gioco utilizzate in gare ufficiali, a circa 7 cm dall’attaccatura della spalla, il patch celebrativo tridimensionale: il patch verrà fornito e distribuito dalla Lega Pro. 6.2 Il patch dovrà essere apposto in sostituzione di quella utilizzata nel corso della regular season. 7. Terzo Tempo – Play Off e Play Out 7.1 In occasione dei Play Off e dei Play Out della stagione sportiva 2016/2017 la Lega, anche al fine di concretizzare sul campo i valori del fair play e diffondere sui campi il vero messaggio dello sport, introduce il disciplinare del c.d. terzo tempo da attuare, poi, anche nel corso della prossima stagione sportiva. Il disciplinare prevede il seguente protocollo: – Fischio di inizio: i capitani entrano in campo con la maglia della squadra avversaria e scambiano il gagliardetto, così come previsto nella iniziativa “non c’è partita senza avversario”. – Fischio Finale: i giocatori raggiungono il centro campo. La partita è finita, si accetta la vittoria conseguita nel corso della corretta competizione sportiva festeggiando il divertimento e lo spettacolo della partita appena conclusa: eventuale 463 scambio di maglie tra i calciatori. I giocatori tutti insieme percorrono un giro di campo per ringraziare gli spettatori. Una volta compiuto il giro di campo i calciatori della squadra vincente e della squadra sconfitta si dirigono verso gli spogliatoi. La squadra che è uscita sconfitta dalla gara, si schiererà all’ingresso degli spogliatoi ed accompagnerà con una applauso la discesa nello spogliatoio della squadra vincitrice dell’incontro sportivo. 8. Norme amministrative per le gare di Play Off e Play Out 8.1 Gli incassi derivanti dai proventi della vendita dei biglietti verranno ripartiti esclusivamente dalla Lega secondo i seguenti criteri: A. Prima Fase – gara unica di Play Off 1) L’importo lordo verrà depurato dell’imposta sul valore aggiunto (compresa eventuale Iva dovuta sui biglietti omaggio) nonché eventuali spese/imposte derivanti da attività di intrattenimento ed altre spese e competenze SIAE, dei diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria. 2) L’importo di cui al punto 1) verrà ulteriormente depurato del rimborso spese forfettario spettante alla società prima nominata e liquidato sulla base del tabulato di cui all’Allegato B. La società che ha sostenuto le spese per l’organizzazione della gara avrà, pertanto, diritto al rimborso nella misura prevista dall’Allegato B. In tal caso la società dovrà provvedere ad emettere fattura per l’importo previsto, nei confronti della Lega, secondo le direttive che saranno impartite dall’incaricato amministrativo. 3) L’importo rimanente verrà ripartito nella misura del 40% per ciascuna delle due società che disputano l’incontro. Alla società che uscirà perdente dalla competizione sportiva verrà riconosciuto l’ulteriore 20%. 4) Nessuna spesa potrà essere presa in considerazione per viaggio e soggiorno delle società che disputano la gara. 5) In caso di gara disputata in campo neutro, ai sensi dell’art. 69 delle NOIF, si procederà, salvo diversi accordi tra le parti approvati dalla Lega, nel modo seguente: 1. alla società che dà disponibilità del campo spetterà il 10% dell’incasso lordo, depurato di eventuali spese e/o competenze SIAE, dell’IVA e delle spese forfetizzate per l’organizzazione dell’evento 464 determinate ai sensi dell’Allegato B. Detto importo comprende anche l’eventuale percentuale spettante all’Ente Pubblico proprietario del campo; 2. l’importo residuo, depurato dei diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria verrà ripartito in misura del 35% per ciascuna delle due società che disputano l’incontro. Alla società che esce perdente dalla competizione sportiva verrà riconosciuta l’ulteriore percentuale del 20%. 6) Le spese di cui al n. 5.1 dovranno essere fatturate alla Lega da parte della società che le avrà sostenute secondo le disposizioni che verranno impartite dall’incaricato amministrativo o dalla Lega. B. Seconda Fase di Play Off e gare di Play Out 1) Alla Lega spetterà il 20% dell’incasso lordo depurato: – dell’imposta sul valore aggiunto, compresa l’IVA dovuta sui biglietti omaggio; – eventuali spese/imposte derivanti da attività di intrattenimento ed altre spese e competenze SIAE, diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria; – di tutte le spese sopportate dalla Lega, dirette ed indirette, necessarie e funzionali per l’effettuazione della gara; – del rimborso spese forfettario spettante alla società prima nominata e liquidato sulla base del tabulato di cui all’Allegato B. La società che ha sostenuto le spese per l’organizzazione della gara avrà, pertanto, diritto al rimborso nella misura prevista dall’Allegato B. In tal caso la società dovrà provvedere ad emettere fattura per l’importo previsto nei confronti della Lega, secondo le direttive che saranno impartite dall’incaricato amministrativo. 2) L’importo rimanente verrà suddiviso nel modo seguente: a. 40% spetterà alla società prima nominata, ospitante; b. 40% spetterà alla società seconda nominata, ospitata. 3) Nessuna spesa potrà essere presa in considerazione per viaggio e soggiorno delle società che disputano la gara. 4) In caso di gara disputata in campo neutro, ai sensi dell’art. 69 delle NOIF, si procederà, salvo diversi accordi tra le parti approvati dalla Lega, nel modo seguente: 465 1. alla società che dà disponibilità del campo spetterà il 10% dell’incasso lordo, depurato: – di eventuali spese e/o competenze SIAE, dell’IVA e delle spese forfetizzate per l’organizzazione dell’evento determinate ai sensi dell’Allegato B. Detto importo comprende anche l’eventuale percentuale spettante all’Ente Pubblico proprietario del campo; – dei diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria; – di tutte le spese sostenute da Lega, dirette e indirette, necessarie e funzionali per l’effettuazione della gara. 2. L’importo residuo verrà così suddiviso: – 20% spetterà a Lega Pro; – 35% spetteranno alla società prima nominata, ospitante; – 35% spetterà alla società prima nominata, ospitata. 5) Le spese di cui al n. 4.1 dovranno essere fatturate alla Lega da parte della società che le avrà sostenute secondo le disposizioni che verranno impartite dall’incaricato amministrativo o dalla Lega. C. Quarti di Finale di Play Off Le gare dei quarti di finale saranno disputate nei rispettivi campi delle società, pertanto: 1) Alla Lega spetterà il 30% dell’incasso lordo depurato: – dell’imposta sul valore aggiunto, compresa l’IVA dovuta sui biglietti omaggio; – eventuali spese/imposte derivanti da attività di intrattenimento ed altre spese e competenze SIAE, diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria; – di tutte le spese sopportate dalla Lega, dirette ed indirette, necessarie e funzionali per l’effettuazione della gara; – del rimborso spese forfettario spettante alla società prima nominata e liquidato sulla base del tabulato di cui all’Allegato B. La società che ha sostenuto le spese per l’organizzazione della gara avrà, pertanto, diritto al rimborso nella misura prevista dall’Allegato B. In tal caso la società dovrà provvedere ad emettere fattura per l’importo previsto nei confronti della Lega, secondo le direttive che saranno impartite dall’incaricato amministrativo. 466 2) L’importo ulteriormente residuo verrà ripartito nel modo seguente: a. 35% spetterà alla società prima nominata, ospitante; b. 35% spetterà alla società seconda nominata, ospitata. 3) Nessuna spesa potrà essere presa in considerazione per viaggio e soggiorno delle società che disputano la gara. 4) In caso di gara disputata in campo neutro, ai sensi dell’art. 69 delle NOIF, si procederà, salvo diversi accordi tra le parti approvati dalla Lega, nel modo seguente: 1. alla società che dà disponibilità del campo spetterà il 10% dell’incasso lordo, depurato: – di eventuali spese e/o competenze SIAE, dell’IVA e delle spese forfetizzate per l’organizzazione dell’evento determinate ai sensi dell’Allegato B. Detto importo comprende anche l’eventuale percentuale spettante all’Ente Pubblico proprietario del campo; – dei diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria; – di tutte le spese sostenute da Lega, dirette e indirette, necessarie e funzionali per l’effettuazione della gara. 2. L’importo residuo verrà così suddiviso: – il 30% spetterà alla Lega; – il 30% spetterà alla società prima nominata, ospitante; – il 30% spetterà alla società prima nominata, ospitata. 5) Le spese di cui n. 4.1, dovranno essere fatturate alla Lega, da parte della società che le avrà sostenute, secondo le disposizioni che verranno impartite dall’incaricato amministrativo o dalla Lega. D. FASE FINALE: semifinali e finale – Finall 2017 – Firenze Le gare delle semifinali e della finale saranno disputate a Firenze presso lo Stadio Artemio Franchi e la biglietteria sarà la biglietteria unica delle Finall 2017 – Firenze: 1) Alla Lega spetterà il 20% dell’incasso lordo depurato: 467 – dell’imposta sul valore aggiunto, compresa l’IVA dovuta sui biglietti omaggio; – eventuali spese/imposte derivanti da attività di intrattenimento ed altre spese e competenze SIAE, diritti di prevendita e corrispettivo per il servizio di biglietteria; – del 20% destinato a Lega a copertura delle spese a forfait, dirette o indirette, sopportate dalla stessa. 1) l’importo residuo verrà ripartito nella misura del 30% per ciascuna delle due società che hanno disputato la gara. 9. Ospitalità per le gare di semifinali e finale Finall 2017 9.1 La Lega Pro, al fine di agevolare le trasferte delle società sportive che parteciperanno alla fase finale – Finall 2017- che si svolgerà a Firenze, e garantire alle stesse la possibilità di pernottare in zone limitrofe alla sede delle gare nonché ai campi di allenamento (ubicati nelle località che verranno comunicate alle società), ha provveduto a prenotare alcuni alberghi di pari livello e qualità per un numero di stanze adeguato ad assicurare il soggiorno a ciascuna società che disputerà la fase finale dei Play Off. 9.2 Ciascuna società che partecipa alla fase finale – Finall 2017 – Firenze, alloggerà presso la sistemazione che la Lega ha già provveduto a prenotare. L’assegnazione della sistemazione per ciascuna società verrà definita tramite sorteggio. 9.3 I costi di vitto ed alloggio restano comunque a carico delle società sportive che partecipano alla fase finale dei Play Off – Finall 2017 – Firenze.

error: Content is protected !!