“FANTACALCIO”: COME SAREBBE POTUTA ESSERE LA VITERBESE A GORGONZOLA…

Più volte, in questa stagione, il patron Camilli ha sottolineato l’incidenza negativa dei tanti infortuni sul cammino della Viterbese. Spesso si è rammaricato per non essersi potuto giocare partite importanti con la squadra al completo, con quell’organico disegnato in estate, facendo la spola tra la sua azienda di Grotte di Castro e la sede del ritiro a Chianciano.

Chiaramente pure in questa occasione, nella sfida unica sul campo della Giana Erminio, un rammarico del genere potrebbe riproporsi, anche se molto meglio è concentrarsi sulla disponibilità attuale e augurarsi che sia essa a dare il meglio, domenica pomeriggio.

Solo per giocare, però, vogliamo vedere come sarebbe potuta essere la formazione con tutti gli effettivi, tutti i tesserati da Piero Camilli per questa stagione. In teoria Puccica avrebbe potuto mettere in campo un 3-4-3 di questo tipo: Iannarilli; Celiento, Miceli, Scardala (Dierna); Pandolfi (Falcone), Cruciani, Cenciarelli (Cuffa), Varutti; Neglia, Sforzini, Jefferson.

Appare evidente quello che sarebbe potuto essere il potenziale offensivo, con Sforzini al centro dell’area e Neglia in tandem con Jefferson, sia a lanciarsi all’esterno, sia a tagliare in mezzo, proprio approfittando degli spazi creati dal “Taglia”. Centrocampo e difesa somigliano molto a quelli attuale, solo che ci sarebbero molte più alternativa e uomini al top della condizione e non in difetto di forma per colpa del troppo tempo trascorso in infermeria.

 

error: Content is protected !!