SCOMPARSO OLIVIERO BEHA. AVEVA TRATTATO LO SPORT IN MODO ORIGINALE

Soprattutto dopo i Mondiali vinti dall’Italia in Spagna nell’82. Non era certo uno di quelli che piaceva a tutti, ma capita soprattutto ai talentuosi, che non seguono necessariamente i desideri delle masse, ma ritengono che il proprio pensiero e il proprio lavoro basti per andare avanti per la propria strada, senza voltarsi troppo indietro, nè a destra e a sinistra. 

Tra le sue innumerevoli attività, ricordiamo quelle televisive:

Va’ pensiero: Conduttore e autore con Andrea Barbato del contenitore culturale in onda su Rai 3 tutte le domeniche tra il settembre del 1987 e il maggio del 1989.

La Gazzetta dello spot: Ancora per Rai 3, nella stagione 1989/1990, conduce sempre con Andrea Barbato, all’interno di Fluff, la Gazzetta dello spot, un’analisi critica del mondo della pubblicità.

Attenti a quei tre: Dal giugno 1996 al luglio 1997 è in onda con Attenti a quei tre, trasmissione del Palinsesto Notturno della Rai dedicata ai problemi della giustizia, in onda, su Rai 1 e Rai 3, con tre appuntamenti settimanali.

Tg3: Dal 2008 al 2010 commenta sul Tg3 delle 19.00, ogni domenica, il campionato di calcio e ogni fatto di costume parasportivo, politico, sociale, economico.

Brontolo: Dal marzo 2010 conduce la trasmissione settimanale Brontolo, in onda su Rai 3 tutti i lunedì, dedicata all’approfondimento politico e sociale.

Telepatia: Nel novembre/dicembre 2012 conduce il ciclo di 6 puntate della trasmissione Telepatia, in onda su Rai 3, seconda/terza serata del sabato.

error: Content is protected !!