CAMILLI: “IL FUTURO? LO VEDO SCURO!”

“La vedo davvero scura – rimarca il patron gialloblu, Camilli – perché a Viterbo non si può fare un calcio ambizioso, un calcio che possa proiettarti verso i grandi livelli nazionali.

Manca tanto, oserei dire manca quasi tutto. Manca la mentalità. Quella di non aver capito, ad esempio, che, in qualche modo, ci stavamo battendo per qualcosa che avrebbe potuto portare addirittura a vedere da vicino la serie B. Tolto il gruppo degli impagabili tifosi che erano in curva, non c’erano altri. Un evento del genere, dopo che la Viterbese aveva vissuto tante stagioni nell’anonimato nazionale, meritava un vero e proprio  esodo verso la Lombardia. Eppoi, in tribuna. Neanche un Viterbese, né un professionista di rango, qualche presenza di prestigio che potesse testimoniare la partecipazione della città all’epilogo finale di una stagione che l’ha riportata ad essere conosciuta in giro per la penisola.”

La delusione è nota, la voglia di mollare altrettanto. Non un capriccio, né una ritorsione. Soltanto la lucida analisi di chi ritiene che l’investimento economico non è adeguato alla risposta della città. Ma la rabbia è rivolta pure alla squadra, visto che Camilli era fortemente convinto che quella partita di Gorgonzola si sarebbe potuta vincere e che, andando avanti, con partite di andata e ritorno, tutto sarebbe anche potuto accadere.

“Alcune mosse non mi sono piaciute – prosegue Camilli – e son convinto che la partita più importante dell’anno sarebbe dovuta essere giocata dagli uomini che maggiormente avevano vissuto momenti del genere.

E’ anche una questione di mentalità, come detto: ho visto gente che rideva al termine della gara, che non aveva evidentemente capito l’importanza di ciò che aveva lasciato su quel campo, dell’opportunità perduta in una volta sola. Avevo dichiarato che, al primo anno di LegaPro, aver centrato i playoff era un risultato positivo, ma nella mia mente – e nel mio cuore – non c’era di certo la rassegnazione a fermarsi lì, ma a provare di andare avanti il più possibile.”

error: Content is protected !!