VITERBESE, I MIGLIORI DELLA STAGIONE (SECONDA PARTE)

SCARDALA 7-. Gode della stima della proprietà, che lo conferma nella categoria superiore e lui risponde molto bene, facendo parte di quella difesa che inizialmente stupisce l’Italia. Poi esce di scena per un infortunio al ginocchio che non gli permette di continuare una positiva stagione.

SFORZINI 7 (di stima e incoraggiamento). A lui il poco ambito “oscar della sfortuna”: un gravissimo incidente che gli ha fatto perdere praticamente una intera stagione, proprio nel momento in cui stava raggiungendo il top della condizione ed era diventato uno snodo importantissimo per i movimenti del resto della squadra

TORTOLANO PINI, MICHELI S.V. Troppo poco in campo per essere giudicati.

VARUTTI 6+. Non è riuscito a ripetere le strepitose stagioni passate. Ha sempre mostrato grande professionalità e impegno, ma nel rendimento qualcosa non ha funzionato come tutti speravano. Lui ha gamba da categoria superiore, ma soffre un po’ la marcatura sulla linea dei terzini. Ha avuto delle pause, ha fatto anche panchina, ad un certo punto della stagione, ma nel girone di ritorno è riuscito a riprendersi. Non a stupire ed essere una stella, ma quantomeno a ricordare che vanta un curriculum di tutto rispetto.

PAOLELLI E BATTISTA 6+. Due giovani che ci hanno messo impegno, che hanno cercato di farsi largo in mezzo alla nutrita concorrenza interna.

PACCIARDI 6+. Sempre disponibile – anche a stare in panchina – e mai nessun mugugno. Rispetto alle altre stagioni, dove veniva utilizzato quasi esclusivamente come terzino, ha avuto molto più spazio, giocando da centrale difensivo, soprattutto nella linea a tre.

PANDOLFI 6,5. Gioca col piglio del veterano: non sembra un ’96, per come affronta il campo di gioco e le sue dinamiche. Anche per lui un po’ di infermeria e, in altri momenti, la panchina impostagli da chi non aveva capito le qualità del ragazzo fino in fondo, soprattutto in mediana, quando sa fare le due fasi come pochi.

I migliori Gialloblu di questa stagione fanno parte del nuovo libro di Claudio Di Marco, che sarà presentato a Viterbo il prossimo 23 giugno. Nella serata dello stesso giorno farà anche parte del palinsesto di Caffeina 2017.

Le storie del presente, dunque, si legheranno alle tante del passato, di una tradizione gialloblu che si rinnova di generazione in generazione, mostrando la passione per la squadra calcistica della città dei Papi.

error: Content is protected !!