CALCIO E PSICOLOGIA: APPENDERE LE SCARPE AL CHIODO!

IL RECENTE EVENTO DI TOTTI, DA’ LO SPUNTO ALLO PSICOLOGO GERRY GRASSI PER ALCUNE RIFLESSIONI

“Il calcio non lo seguo, non credo di aver mai visto una partita esclusa la nazionale, ma penso che se qualcosa che accade ha il potere di toccare così tante persone evidentemente un motivo deve esserci. Credo che il senso di appartenenza, la costanza, il “restare nonostante..” sia qualcosa di raro e quando abbiamo modo di vedere qualcuno che riesce in questo possiamo solo emozionarci. 

Dare valore all’impegno e allo sforzo che sicuramente c’è stato. Appendere al chiodo le scarpette o comunque chiudere con un pezzo della nostra storia è un momento forte, è qualcosa che ci mette davanti a noi stessi e ci costringe a un bilancio su ciò che abbiamo ottenuto e su ciò che avremmo potuto ottenere

Un rito di passaggio che spesso si consuma nelle nostre teste e che in questo caso è stato collettivo, e sapere che ancora oggi ci può essere qualcosa di collettivo credo che possa solo dare speranza e fiducia.”

error: Content is protected !!