GLI EX GIALLOBLU. MENICHINI IPOTECA LA SEMIFINALE DEI PLAYOFF

CON LA SUA REGGIANA HA VINTO A LIVORNO, PER CUI SEMBRA AVERE LA STRADA SPIANATA VERSO IL TURNO SUCCESSIVO

Livorno – Reggiana 1-2 
Marcatori: 13′ Cesarini su rigore, 25′ Guidone; 6′ st Maritato.
Livorno (3-4-1-2): Mazzoni; Toninelli (1′ st Galli), Borghese, Lambrughi (14′ st Franco), Gasbarro; Marchi Alessandro, Luci, Valiani; Venitucci; Murilo (33′ st Calil), Maritato. A disposizione: Vono, Romboli, Morelli, Gonnelli, Ferchichi, Giandonato, Gemmi, Dell’Agnello, Benassi. Allenatore: Claudio Foscarini.
Reggiana (3-4-1-2): Perilli; Ghiringhelli, Sabotic, Panizzi, Contessa; Bovo, Genevier, Carlini (37′ st Riverola); Sbaffo; Guidone (18′ st Ettore Marchi), Cesarini (25′ st Maltese). A disposizione: Dermalija, Errera, Trevisan, Pedrelli, Lombardo, Zito, Calvano. Allenatore: Leonardo Menichini.
Arbitro: Giua di Olbia (Della Vecchia e Abagnara; IV uomo Viotti)
“Queste partite durano 180 minuti e ne mancano ancora 90 difficilissimi. Avendo vinto qui, avremo un piccolo vantaggio; ma il Livorno è una squadra forte e dovremo preparare bene la sfida di domenica.

Non so quali siano le decisioni contestate – prosegue Menichini – La mia squadra ha giocato un primo tempo grandissimo. Era prevedibile una reazione del Livorno. I miei hanno anche cercato di ripartire per rendersi pericolosi, stemperando la loro aggressività con il possesso palla”.

error: Content is protected !!