LA VITERBESE IN VACANZA

Ora la Viterbese ha davvero staccato la spina. Lo ha fatto chiudendo la stagione con la cena che Piero Camilli ha offerto ai giocatori giovedì sera. Un interminabile saluto che potrebbe – lo sperano tutti – anche avere il poter di un ripensamento nelle decisioni dell’imprenditore di Grotte di Castro.

Ora si continuerà solo con il calcio parlato, del patron gialloblu, dinamico e determinato, non certo lo stereotipo della persona stanca e in età avanzata, che vorrebbe lasciare quel calcio che ha sempre amato ed in cui ha riversato tantissime delle proprie sostanze economiche, negli anni. “O smetto o la regalo!” detto ormai a tutte le latitudini da Camilli, si spera sia solo la punta di un iceberg di insoddisfazione e rabbia per quanto ancora non realizzato nella sua terra e che alla fine prevalga la coscienza da “uomo della Tuscia” che voglia portare più in alto possibile la bandiera gialloblu.

error: Content is protected !!