VITERBESE, SETTE GIORNI PER DECIDERE

La volontà di Camilli, di mollare, aembra resistere ancora, ma ci sono ancora sette giorni per sperare in un ripensamento del patron gialloblu, visto che nessun offerente ritenuto tale dall’imprenditore di Grotte di Castro, si è fatto avanti. Per chi aveva accostato il nome di Pezone, ora c’è da prendere atto che lo stesso è approdato a Fondi ed ha quindi chiuso i propri giochi.

Intanto molti dei procuratori dei Gialloblu continuano a chiedere lumi sull’effettiva sorte dei propri assistiti, alcuni dei quali sono assai richiesti sul mercato, anche se tutti preferirebbero Camilli e la sua certezza certificata di mantenere sempre gli impegni economici, a differenza di altre piazze in giro per l’Italia.

error: Content is protected !!