CALCIO COI BAFFI. STASERA L’APPUNTAMENTO E’ A BAGNOREGIO

IL FILO DI ARIANNA DEL RACCONTARE SPORT: IL PENSIERO DI MASSIMO BOCCUCCI

Prosegue il tour “Calcio coi baffi”, legato al nuovo libro di Claudio Di Marco. Prosegue anche la tradizione di Bagnoregio, che ogni anno propone il suo appuntamento estivo con la serata dal titolo “Un libro per Gianni”, titolo dedicato a Gianni Fiani, sportivo bagnorese scomparso prematuramente due anni fa.

Anche quest’anno, quindi, la manifestazione si svolgerà sotto le stelle, nella singolare Piazza di Porta di Valle a Bagnoregio, stasera, a partire dalle ore venti.

Sarà, come al solito, un appuntamento del tutto particolare, dove i valori letterari e sportivi espressi nel libro, si mescoleranno con la tradizione popolare e musicale. Oltre a parlare dei contenuti del libro, infatti, ci saranno delle esibizioni musicali legate agli anni sessanta e settanta, eseguiti dai componenti della band musicale di quel periodo, i quali, per l’occasione, torneranno a suonare insieme.

Il tutto accompagnato dalla degustazione di prodotti gastronomici locali, aspetto sempre gradito in serate del genere e, quindi, anche dagli organizzatori del tour e da quel calcio dei baffi che fa tappa a Bagnoregio, dopo aver toccato vari centro delle provincia e oltre.

“Il legame tra calcio, tradizioni e società – ha detto il giornalista Massimo Boccucci – è ancora più forte se, come ha fatto Claudio Di Marco, si prende per mano il filo di Arianna e lo si dipana in modo chiaro, trasparente, piacevolmente coinvolgente.”

UN PRECEDENTE APPUNTAMENTO DEL TOUR 2017 “CALCIO COI BAFFI”

CALCIO DEI VALORI E TRADIZIONI: IL PENSIERO DI MASSIMO ONOFRI

E’ lo spirito con cui si svolgerà a Bagnoregio, stasera, l’ennesimo appuntamento con “CALCIO COI BAFFI”, iniziativa ormai tradizionale nella cittadina di San Bonaventura e legata quest’anno all’ultimo libro di Claudio Di Marco, in cui Massimo Onofri, scrittore di respiro internazione – e grande tifoso di calcio – ha voluto regalare all’autore.

Il libro coniuga, con disinvoltura, epopea e cronaca, disposizione al ricordo memorabile e rigorose competenze tecniche. Ripercorriamo come in volo, talvolta con struggente nostalgia, talaltra con antico spirito guerriero, quei decenni al volo, a partire dai mitici anni Settanta, per giungere sino all’oggi.

Claudio racconta e dipana storie. Avanza ipotesi tecniche. Ritrova l’antica umanità. Ricorda le formazioni tipo. Allestisce quelle ideali. E poi ci sono quei baffi, così diffusi in quegli anni Settanta, che incutevano sentimenti di antico rispetto al giovane che, allora e come me, s’affacciava al calcio e alla vita, che il calcio sa così bene simbolicamente ricapitolare. I baffi, dicevo: che diventano qui come una specie di araldica dell’onore.”

NELLA FOTO IN ALTO, LA SERATA 2016 A BAGNOREGIO

 

 

 

 

 

error: Content is protected !!