L’AVVERSARIO DI TURNO IN COPPA. LA MATRICOLA ARZACHENA

COSI’ SI SONO RACCONTATI I SARDI DOPO LA PRIMA USCITA IN COPPA ITALIA

L’emozione del primo giorno è qualcosa di particolare. Non la puoi nascondere. Appare in ogni gesto, in ogni sguardo, in ogni parola. In ogni scatto, in ogni passaggio, in ogni tiro. Un derby poi. Non puoi arrivarci senza emozioni. Che derby sarebbe. Il nostro primo giorno è passato tra caldo asfissiante e colori biancoverdi. Quelli che non si spengono mai. L’ Arzachena è nel calcio professionistico. Ci è entrata dalla porta principale. E con il piglio da battaglia. A fine derby non ci ha soddisfatto solo il risultato. Si dirà: il risultato è tutto. Ma ieri non era così. Ieri era il primo giorno. E quando siamo rientrati negli spogliatoi, stanchissimi ma orgogliosi di noi stessi, ci siamo guardati negli occhi e abbiamo abbracciato una certezza: è la strada giusta. Quella da seguire con la determinazione e l’entusiasmo coltivati durante il ritiro. Quella che ci ha fatto sfiorare il pari quando gli avversari pensavano che fosse già finita. Quella piena di difficoltà, lunga e faticosa. Ma quella giusta. Forza ragazzi. Proseguiamo su quella strada. Tutti insieme. Il futuro è biancoverde.

error: Content is protected !!