DOMANI I CALENDARI E, FORSE, DISGELO SULLO SCIOPERO

Domani sarà un giorno importante per la serie C. Perché addetti ai lavori e sportivi, ad esempio, potranno conoscere il resto del calendario, rimasto incompleto dopo la presentazione di Pescara dell’undici agosto.

Eppoi perche di parlerà anche del contenzioso apertosi con l’Assocalciatori, che minaccia uno sciopero per domenica prossima.

Mi auguro che prevalga – ha detto il presidente Gravina – il buon senso. Ho dovuto già rinviare Olbia-Pisa per oggettivi problemi di natura organizzativa, non posso certo far perdere soldi ai club“.

Se Tommasi deciderà di scioperare ne verrà fuori una raffica di vittorie a tavolino, ma si spera che proprio domani arrivi qualche segnale di distensione da parte dell’AIC, che, nel frattempo, ha ricordato a Tavecchio che le istanze sono da valutare prima dell’inizio del campionato di Serie C, mentre il Consiglio Federale è in programma per il 31 agosto.

Tavecchio, infatti, aveva scritto a Damiani, ribadendo il proprio impegno per sottoporre all’attenzione del prossimo Consiglio Federale le istanze presentate dallo stesso Tommasi nel corso dell’incontro avvenuto venerdì scorso a Coverciano, auspicando che “l’impegno profuso in questi giorni consenta un sereno avvio dei campionati”.

error: Content is protected !!