EDIZIONE MAGNUM. SOLI! E IL METEO HA SBAGLIATO LE PREVISIONI.

Chi ha creduto al meteo, e all’allarme rosso sulla Tuscia, ha perso un’occasione. Ma non sono stati molti, a giudicare dal numero di spettatori sugli spalti, all’incirca uguali a quelli di due domeniche fa.

Alla fine il meteo ha sbagliato clamorosamente, mente gli acquazzoni e i temporali interminabili non si sono visti, per fortuna, alla Palazzina, dove, invece, si è assistito ad una gara mozzafiato, ricchissima di gol.

La Carrarese è stata sconfitta di misura, ma per la Viterbese è stato sufficiente per rimanere da sola in testa alla classifica, come dice il notro “similcartaceo” dell’Edizione Magnum.

Questa la dichiarazione di Baldini,
“La sconfitta subita questo pomeriggio al “Rocchi” di Viterbo rappresenta una delle meno amare di tutta la mia carriera perché ho capito ancora di più il valore dei miei ragazzi e la forza di un gruppo che non si abbatte di fronte alle avversità. Il nostro primo tempo è stato caratterizzato dalla paura di perdere la cui naturale conseguenza è subire goal ed addirittura ne abbiamo incassati tre al cospetto di una Viterbese forte ed in salute. Un parziale negativo del genere avrebbe messo ko chiunque ma non i miei giocatori che hanno assunto la consapevolezza dei propri mezzi abbandonando i timori della prima frazione con un secondo tempo il cui parziale è stato di tre reti ad una anche se non è bastato per tornare a Carrara con qualche punto.

Alla fine della partita ho avuto poco da rimproverare ai ragazzi perché hanno messo tutto in campo senza lesinare energie e voglia. Il percorso di chi vuole essere e diventare vincente passa da tappe intermedie come queste e nessuno si deve scoraggiare perché è l’impresa che andiamo dicendo da inizio anno il nostro obiettivo.
Ora andremo ad affrontare un’altra bella avversaria, ossia un’Olbia in condizione, che ci farà visita a Carrara. Al di là dell’avversario, che andrà studiato a tavolino come sempre, sono convinto che conterà di più la reazione del gruppo dei miei calciatori che dimostrando le proprie capacità potranno portare a casa l’intera posta.”

A Livorno non si è giocato per rispettare il dolore di chi è rimasto vittima del dramma dell’esondazione. E così l’altra vittoria della domenica è stata quella di SIena. Potrrà, la squadra bianconera di Neglia, prendere il posto dell’Arezzo dello scorso anno?

ROBUR SIENA: Pane, Brumat, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino, Bulevardi (36’st Terigi), Damian (23’st Gerli), Cristiani (36’st Guerri), Vassallo (10’st Panariello), Marotta, Neglia (10’st Guberti). All. Mignani. A disp. Crisanto, Rondanini, Emmausso, Lescano, Mahrous, Cruciani, Romagnoli.

ARZACHENA: Ruzittu, Bonacquisti, Piroli, Nuvoli, Curcio, Sanna (41’st Lisai), Peana, Casini, Arboleda, Sbardella, Russu (1’st Vano). All. Giorico. A disp. Cancelli, La Rosa, Maestrelli, Aiana, Bertoldi, Taufer.

Arbitro: Federico Longo di Paola. Assistenti: Rodolfo Zambelli di Finale Emilia e Vittorio Pappalardo di Parma.

Marcatori: 16’pt Bulevardi, 7’st Sanna, 27’st Curcio, 32’st Guberti, 50’st Guerri

Espulsi: Sbraga

Note: 1859 abbonati, 501 paganti, incasso 16930 euro (compresa quota abbonati)

error: Content is protected !!