HANDBIKE. FATMIR KRUEZI, DELLA VITERSPORT, SECONDO ASSOLUTO

SETTIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA  

Il Giro d’Italia di handbike è stato protagonista indiscusso della città di Desio. Settantaquattro handbikers  si sono dati battaglia per aggiudicarsi la maglia rosa attraversando con i loro bolidi a tre ruote le vie del centro. Alle 10.30 alla presenza del Sindaco Roberto Corti e del Presidente del Giro d’Italia di handbike Walter Ferrari è partita ufficialmente la penultima tappa del Giro.  Il tracciato, un anello di cinque chilometri, era caratterizzato da una leggera salita di circa due chilometri al termine della quale era posto l’arrivo. Formula di gara classica:  un’ora più un giro. Dieci le categorie partecipanti, divise in base alla disabilità .  La gara è  stata vinta dall’atleta del team Giletti, Cristian Giagnoni categoria MH4

La Vitersport era presente con Mirko De Cortes (MH5) e Fatmir Kruezi (MH4). Costante la gara di De Cortes, che lo ha portato alla soddisfacente seconda posizione di categoria. Più combattuta quella di Kruezi, partito non benissimo e che quindi ha dovuto subito impegnarsi per conquistare le prime posizioni. Ma è stato un crescendo continuo fino alla volata finale con Christian Giagnoni, che ha completato 9 giri con il tempo di 1:03:16,845 seguito da  Fatmir Kruezi che ha completato la stessa distanza con il tempo di 1:03:17,070  conquistando  il secondo posto di tappa e in classifica generale.

Prossimo appuntamento: 8 ottobre a Verona per la tappa conclusiva, che lascia ben sperare per gli atleti della Vitersport, in modo particolare per kruezi che ha ottime possibilità di conquistare la piazza d’onore finale per la categoria MH4.

error: Content is protected !!