LA VITERBESE SUL CORRIERE DELLO SPORT

VITERBESE C.-PRO PIACENZA 1-0  

VITERBESE CASTRENSE (4-2-3-1): Iannarilli 6,5; Celiento 6 Atanasov 6 Sini 6,5 Pacciardi 6; Baldassin 6 Kabashi 6 (41′ st Musacci sv); Mendez 5,5 (27′ st Bismarck sv) Vandeputte 5,5 (9′ st  Cenciarelli 7) Tortori 5,5; Razzitti 5,5 (9′ st Jefferson 6,5). A disp. Micheli, Mbaye,  Zenuni, Di Paolantonio, Pini. All. Bertotto 5,5

PRO PIACENZA (4-4-2): Gori 6; Calandra 6 (17′ st  Belfasti 6) Beduschi 6,5 Belotti 6,5 Messina 6,5;  Barba 6,5 (34′ st  Starita sv)  Aspas 6,5 Bazzoffia 6,5  La Vigna 6,5; Monni 6 (22′ st Mastroianni 6) Alessandro 6. A disp. Botti, Bertozzi, Cavagna, Belfasti Battistini. All. Pea 6

ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria 5

Guardalinee: Vingo e Spiniello

RETI: 31′ st Cenciarelli (VC)

AMMONITI: Alessandro (PP), Belotti (PP), Jefferson (VC), Aspas (PP), Atanasov (VC)    

NOTE: angoli 5-3 per la Viterbese, spettatori circa 1500. Al 15′  pt Iannarilli (VC) para un rigore calciato da Aspas. Recuperi pt 1’ st 5’

 

VITERBIO – Una partita che si era messa male per i padroni di casa: l’ha risolta Cenciarelli, entrato dalla panchina! Il centrocampista gialloblu ha ricevuto un delizioso passaggio (31’ della ripresa) da Jefferson – anche lui entrato in campo a gara in corso – ha tirato, subito dentro l’area, in diagonale, con il pallone che ha colpito il palo eppoi è entrato in rete, superando Gori.

Il gol è risultato determinante per portare a casa tre punti preziosi, per una squadra che si era complicata la vita nel primo tempo, con un undici infarcito di trequartisti, che non hanno trasformato la densità in prolificità – ma in  confusione – di fronte a un Pro Piacenza che ha giocato bene, padrone del centrocampo, e con il pallone che avrebbe potuto cambiare il volto della gara. Un tiro dal dischetto di Aspas, un rigore (15’ primo tempo) che Iannarilli ha neutralizzato da part suo, mettendo ancora una volta la propria firma su un risultato positivo dei Gialloblu.

Al ritorno in campo dopo l’intervallo il pubblico ha rumoreggiato, invocando dei cambi: Bertotto ha anche avuto un gesto di reazione. Poi ha effettuato il doppio cambio, gettando nella mischia Cenciarelli e Jefferson, due elementi di cui la Viterbese attuale non può assolutamente fare a meno.

La Viterbese si è mossa meglio, anche se gli ospiti, disposti molto bene in campo da Pea, non hanno mollato mai, neanche dopo il gol subito. Debbono, però, incassare la seconda sconfitta in quattro giorni, che stona con la bontà del proprio gioco. I Gialloblu, invece, mettono in cascina l’intera posta, utilissima per la classifica, in vista di una nuova partita casalinga, domenica prossima, contro il Monza.

 

 

error: Content is protected !!