VITERBESE, ANCHE OGGI LA DOPPIA SEDUTA

La prima giornata di Federico Onofri – ieri – è corsa via spedita, con la doppia seduta, cosa che accadrà anche oggi. E’ stato come tornare a guidare una macchina dopo tanto tempo: non ci si è dimenticati di certo come si fa, ma l’aumento della cilindrata e le strade diverse sicuramente aumentano le responsabilità, anche se, inevitabilmente, moltiplicano stimoli e speranze.

Con Mele e Franzese – i componenti del nuovo staff – al suo fianco, il tecnico perugino ha ripreso a camminare al fianco di quelle maglie gialloblu che conosce benissimo, anche se quello che c’è dentro dovrà scoprirlo pian piano e completamente.

Avrà a disposizione quasi una settimana per far capire le proprie idee e cominciare a metterle in pratica. La notturna di lunedì prossimo capita a proposito, gli concede quasi due giorni in più per mettere a posto le cose, per dare più ordine a questa Viterbese e scegliere gli uomini effettivamente migliori.

In molti si chiedono quale sarà il modulo adottato da Nofri. Difficile dirlo, così come difficile capire se l’allenatore umbro avrà fatto tesoro delle motivazioni per cui Camilli ha esonerato Bertotto. Ripetere gli stessi errori sarebbe diabolico, per cui viene da pensare che Nofri cambi qualcosa di essenziale, presentando una Viterbese che somigli di più a quella spesso invocata dal patron gialloblu, le due punte in attacco, prima di tutto!

Qualche giocatore potrebbe essere messo in discussione e qualcun altro, di quelli finora poco utilizzati, potrebbe, invece, trovare una collocazione e una considerazione diversa, come sempre accade quando c’è un cambio in panchina.

error: Content is protected !!