GIALLOBLU, AD AREZZO PER CERCARE IL RISULTATO POSITIVO!

Tornare da Arezzo con un risultato positivo e una prova convincente è l’obiettivo della Viterbese. Di ottenere, insomma, l’esatto contrario di quanto accaduto sette giorni fa, alla stessa ore (20,30) contro il Siena.

“L’organico amaranto – ha detto l’allenatore gialloblu Nofri – è di alta classifica e il cambio di allenatore sembra aver dato maggiore continuità ai risultati, quindi dobbiamo stare molto attenti e affrontare questa gara con la giusta concentrazione.

Forse qualche variazione negli uomini e nei moduli ci sarà,  siamo pronti anche ad effettuare eventuali cambi in corsa. Sappiamo di doverci migliorare, specie per quanto riguarda errori individuali che possono pregiudicare il risultato, come accaduto col Siena. Dobbiamo essere più concreti e attenti”.

A differenza della recente sfida con il Siena, quella con l’Arezzo presenta una tradizione meno sfavorevole per i Gialloblu. Almeno riferita alle ultime sfide, cercando di dimenticare i quattro gol incassati dalla Viterbese in Toscana nel 1998, quando il tecnico aretino era Serse Cosmi, prossimo a spiccare il volo verso Perugia.

LA PROBABILE FORMAZIONE. VITERBESE (4-4-2): 1 Iannarilli; 2 Peverelli, 5 Celiento, 13 Sini, 3 Pacciardi; 14 Baldassin, 8 Musacci, 4 Cenciarelli, 20 Varutti; 11 Vandeputte, 18 Jefferson. A disposizione: 22 Pini, 15 Mbaye, 12 Micheli, 21 Sané, 19 Zenuni, 25 Di Paolantonio, 6 Kabashi, 10 Mendez, 7 Bismark, 9 Razzitti. Allenatore  Nofri

Nell’Arezzo c’è il ritorno di Cutolo, reduce dalla doppietta di Monza, nell’undici titolare. Alla base c’è una valutazione tecnica, legata alla qualità di soluzioni offensive che sommano il numero 10 e Moscardelli, ma anche una valutazione legata all’esperienza. Cutolo, da questo punto di vista, può rappresentare un punto di riferimento per i compagni.

Assente Ferrario per un problema muscolare, fuori anche Gerardini (distorsione alla caviglia). Cellini va in panchina ma non è ancora pronto per uno scampolo. Un solo diffidato tra gli amaranto: si tratta di Sabatino che deve quindi evitare il giallo per non incappare nella squalifica.

PORTIERI – 1 Ferrari, 22 Borra
DIFENSORI – 2 Talarico, 3 Rinaldi, 4 Sabatino, 5 Varga, 13 Muscat, 16 Luciani, 26 Franchetti
CENTROCAMPISTI – 6 Yebli, 7 Corradi, 8 Foglia, 18 De Feudis, 20 Cenetti, 21 Benucci, 23 Criscuolo
ATTACCANTI – 9 Moscardelli, 10 Cutolo, 11 Cellini, 17 D’Ursi, 19 Di Nardo, 27 Disanto
INDISPONIBILI – 14 Ferrario, 24 Gerardini 

error: Content is protected !!