VITERBESE, APPUNTAMENTO CON LA VITTORIA RINVIATO

SI DOVRA’ ATTENDERE ANCORA, PROBABILMENTE CONTRO IL MODESTISSIMO CUNEO, PER RIVEDERE ALLA PALAZZINA UNA VITERBESE VITTORIOSA. CONTRO GLI ARANCIONI E’ ARRIVATO SOLO UN PAREGGIO. TRE PAREGGI E DUE SCONFITTE NELLE ULTIME CINQUE GARE DISPUTATE DALL’OTTIMO IANNARILLI E DAI SUOI COMPAGNI, NON TUTTI ALTRETTANTO OTTIMI

VITERBO – Neanche stavolta la Viterbese è riuscita a trovare la vittoria casalinga.  La Viterbese era riuscita a passare in vantaggio con il suo uomo più pericoloso, più tenace, l’ultimo a mollare, ad arrendersi ad un epilogo che ha generato inevitabile delusione.
Razzitti – che nelle ultime settimane ha stabilito un feeling con il gol che fa ben sperare per il prossimo futuro – si è fatto trovare al posto giusto, quando (23’) un calcio d’angolo di Musacci dalla sinistra ha visto il centravanti gialloblu toccare con la coscia e battere Zaccagno.
Gara incanalata verso il ritorno al successo dei padroni di casa? Niente affatto perchè Indiani all’intervallo cambia molto, anche nella testa dei suoi, che tornano in campo molto più convinti e si affidano a Luperini e Surraco, per prendere le misure alla Viterbese e cercare di recuperare il punteggio.
I Gialloblu, per la verità, fanno qualcosa di più, ma le conclusioni di Vandeputte, Baldassin e Zenuni, fanno il paio con quelle arancioni di Surraco, Regoli e Vrioni, su cui (15’) Iannarilli compie un vero e proprio miracolo.
Nulla può, invece, su Ferrari, quando il centravanti toscano (39’) coglie impreparata la difesa gialloblu – lancio di Luperini – e mette dentro.

L’ARTICOLO INTERO SUL CORRIERE DELLO SPORT DI OGGI
 

error: Content is protected !!