AMARCORD. COME NACQUE LA STELLA DI LIVERANI

“Avevo diciannove anni quando arrivai a Viterbo. Provenivo dal calcio giovanile – dice Liverani – e mi affacciai a quello dei grandi, dove trovai tanti giocatori che avevano iniziato prima di me la stagione. In quel momento potevo essere considerato la riserva di Balducci e Martinetti, ritenuti i pezzi da novanta di quella squadra. E quando la società decise di metterli fuori, nella partita con il Chieti, per la nota vicenda del loro contratto con l’Ancona, io venni gettato nella mischia.

L’anno successivo – con Attardi – iniziai, invece, ad essere davvero uno dei giocatori della Viterbese seguiti con maggior interesse e cominciarono anche i tre anni meravigliosi che ci portarono a vincere pure il campionato. Giocavo da centrocampista offensivo, dietro le punte: con Attardi partivo dal centro-sinistra e tagliavo in mezzo. Eppoi quando c’era da battere le punizioni non m i tiravo indietro.”

error: Content is protected !!