AMARCORD. 2003: IL BOLSENA SI PREPARA ALLA FINALE DELLA COPPA LAZIO

Dopo la vittoria in campionato arriva un altro appuntamento per il Bolsena: sul neutro di Bracciano, l’undici allenato da Tomassetti affronterà i romani dei Vigili Urbani per la finale della Coppa Lazio.

Il raggiungimento del traguardo più importante della stagione, la promozione in Prima Categoria, non ha distratto affatto il gruppo del Presidente Orfei, che vuole tentare il bis, anche se dovrà fare a meno di alcuni giocatori importanti, quali il bomber Feoli,  Mencarino, De Luca e Romano, tutti appiedati dal giudice sportivo.

“Abbiamo comunque una rosa valida – dice il tecnico Tomassetti – che ci permette di supplire anche a defezioni di una certa rilevanza. Basti pensare, ad esempio, a quanto ci ha fatto comodo il secondo portiere Puri durante il campionato, nonostante avesse davanti un espertissimo estremo difensore come Marzi.

Contro i Vigili Urbani non ci sarà il nostro bomber per antonomasia, Feoli, ma non dimentichiamo che Botarelli è riuscito a mettere a segno ben 18 gol in campionato. In semifinale di Coppa Lazio non si è smentito, anche se ha sbagliato un calcio di rigore: contro in questa finale speriamo possa dare un’altra zampata giusta”.

Si gioca a Bracciano, terreno che non ha portato fortuna ad un’altra “viterbese”, la Sorianese, che su quel rettangolo ha perduto lo spareggio per rimanere in Eccellenza. A Bolsena incrociano le dita e sperano che stavolta le cose vadano in tutt’altro modo, anche grazie alla presenza dei tifosi sugli spalti, i quali hanno promesso di essere in tanti al seguito della squadra.

In semifinale il Bolsena ha eliminato il Gianola vincendo la seconda gara per 4-0.

error: Content is protected !!