L’ARCOBALENO DEL GIALLO E DEL BLU

Ora tutto si sposta al “Gigi Marulla”, nel ritorno di mercoledì prossimo, dove sarà in palio la finale di Coppa Italia. Inutile dire che, a questo punto, i Gialloblu e il loro patron Camilli ci sperano. Eccome.

Avere due gol di vantaggio, d’altronde, non è cosa di poco conto. Eppoi c’è un precedente. Lo scorso anno al Cosenza servivano ugualmente due reti contro il Pordenone e, invece, non riuscì a segnarne neanche una.

 

Molto, però, dipenderà dagli uomini – più che dal presumibile ambiente caldo che troveranno i Gialloblu in Calabria – perché si è visto ancora una volta quanto sia importante, ad esempio, la presenza in campo di uno come “Jeff”.

Sarà quell’arcobaleno spuntato sulla Palazzina dopo l’acquazzone di inizio ripresa a indicare la via della Viterbese? Sarà stata quella scia colorata il segnale, l’indicazione con su scritta: “la finale da questa parte, please”?

error: Content is protected !!