LA VITERBESE SUL CORRIERE DELLO SPORT

VITERBO – La Viterbese ha centrato la qualificazione alla finale di Coppa Italia, un evento accolto con evidente soddisfazione da squadra, società e ambiente.

E allora le sfide tra Viterbese e Alessandria diventeranno una sorta di “tormentone”, visto che le due squadre si affronteranno ben tre volte in neanche venti giorni.

Era già in programma, infatti, la gara di campionato al Rocchi il 7 aprile, a cui si aggiungono, ora, le due finali di Coppa Italia, quelle dell’undici e del venticinque aprile. La prossima settimana verrà effettuato il sorteggio per stabilire chi disputerà la prima sfida in casa e viceversa.

Obiettivo raggiunto, quindi, passato attraverso una sconfitta che assume, comunque, connotati  positivi, proprio perché funzionale al percorso che ha condotto la Viterbese alla meta. Un risultato che, peraltro, è stato anche sommatoria di alcuni errori di singoli, ancor più della strategia difensiva e dell’addensamento di Gialloblu in quella zona arretrata.

Tornando alla Coppa, c’è da dire che il persistere in campo con una trazione posteriore è stata anche una conseguenza della poca incisività offensiva, almeno fino a quando Sottili non ha potuto “scatenare” i suoi due alfieri più bravi, usciti un po’ malconci – e stanchi – dalla partita di Siena.

Ed ora sotto con il campionato e con l’Arezzo (dove l’ex, stavolta, sarà il tecnico Sottili – ndr), sempre che si giochi!

L’ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DELLO SPORT DI OGGI

error: Content is protected !!