Fabbricini ha partecipato al Consiglio Direttivo di Lega Pro

Il Commissario ha preso impegno per portare a conclusione quanto definito per la Melandri

Alla riunione del Consiglio Direttivo della Lega Pro ha partecipato Roberto Fabbricini, Commissario Figc. L’incontro ha lasciato un clima positivo ed ha consentito di affrontare una serie di temi: le riforme necessarie al calcio italiano; il residuo di 5 milioni di euro derivante dalla mutualità generale ex legge Melandri ante modifica che Lega Pro ; il sistema licenze nazionali per le iscrizioni al campionato 2018/2019 che stante la prossimità del 30 giugno è urgente trattare ed emanare con tutta una serie di modifiche su taluni criteri; la modifica delle NOIF relative ai premi di valorizzazione per la formazione, collegati alla cessione temporanea di giovani calciatori, da corrispondersi nel corso della stagione, i progetti di adeguamento degli impianti di illuminazione degli stadi che hanno subito un rallentamento a causa del lungo periodo elettorale che ha coinvolto i Comuni in Italia, la necessità di un iter rapido per i procedimenti in corso da parte della giustizia sportiva in modo che sia possibile definire le classifiche per la fase finale dei PlayOff e dei PlayOut, il tema delle seconde squadre e dei ripescaggi.

Il Commissario Fabbricini ha sottolineato l’apprezzamento sul lavoro della governance della Lega Pro, in particolare per le proposte di riforma a partire dal progetto di trasformazione in semiprofessionisti.

Ha risposto puntualmente e in modo congruo a tutti i temi sollevati ed ha annunciato un prossimo incontro tra le componenti.

Si è tenuto altresì un positivo confronto circa le modalità ed i tempi per affrontare la discussione positiva ha riguardato il tema del format dei campionati di Lega Pro, dei ripescaggi e sulla introduzione o meno delle seconde squadre.

error: Content is protected !!