ITALIA-ARGENTINA, VOTI BASSI AGLI AZZURRI

LE PAGELLE DI EUROSPORT

Gianluigi BUFFON 6,5 – Il migliore dell’Italia, ed è tutto dire. Più di una le parate, di vario grado di difficoltà, che tengono a galla gli azzurri. Senza colpe sui due gol.

Alessandro FLORENZI 5,5 – Poco preciso negli scambi con Chiesa. Dietro deve fronteggiare le iniziative e i continui uno contro uno di Di Maria: non semplice (dal 61′ Davide ZAPPACOSTA 5,5 – Nella sua zona l’Argentina trova gli spazi per affondare, sia con Perotti che con Lanzini)

Leonardo BONUCCI 6 – Una palla persa che quasi manda in porta Di Maria, poi se la cava bene contro l’ex compagno Higuain, anche se non riesce a chiudere su Banega.

Daniele RUGANI 6 – Prestazione nel complesso pulita, sicura, nonostante il fardello di dover rimpiazzare Chiellini. Crolla pure lui nel finale, ma senza colpe specifiche.

Mattia DE SCIGLIO 6 – Deve contenere Lanzini e lo fa senza sfigurare. Attacca poco e in quelle poche occasioni non trova l’intesa con Insigne.

Marco PAROLO 5,5 – Fatica per tutto il primo tempo a star dietro al palleggio argentino. Ha una buona chance, ma di testa non riesce a trovare la porta (dal 61′ Lorenzo PELLEGRINI 5,5 – Si spegne quasi subito, assistendo impotente alla sconfitta)

JORGINHO 5 – Troppi, troppi errori a centrocampo. E non è il caso che da uno di questi nasca l’azione che porta l’Argentina in vantaggio. Una delle delusioni principali della serata azzurra (dall’86’ Andrea BELOTTI s.v.)

Marco VERRATTI 5,5 – Luci e ombre. Qualche disimpegno sbagliato, un paio di fischi arbitrali che lo salvano da situazioni pericolosissime, ma anche buone uscite palla al piede. Poco, però, per arrivare alla sufficienza piena (dal 71′ Bryan CRISTANTE s.v.)

Federico CHIESA 5,5 – L’esordio nella nazionale maggiore non va come sperato. Pochi palloni giocabili e una sensazione di impotenza per almeno un tempo. Si crea solo un’occasione e quasi manda in gol Insigne (dal 61′ Antonio CANDREVA 5,5 – Se non altro calcia in porta da fuori, trovando la parata di Caballero. Poi si eclissa anche lui)

Ciro IMMOBILE 5,5 – L’unica buona giocata è l’assist per Insigne, che spreca davanti al portiere. Poi è lui a farsi stoppare da Caballero. Poco servito, anche lui ci mette del suo facendosi inghiottire dai centrali avversari (dal 74′ Patrick CUTRONE s.v.)

Lorenzo INSIGNE 5 – Il gol che si divora a inizio ripresa, sul punteggio di 0-0, non è da lui. Errore grave e decisivo ai fini del risultato in una prestazione a corrente alternata.

Ct Luigi DI BIAGIO 5,5 – Non certo l’esordio dei sogni. Prova a organizzare la manovra, dà consigli, ma la superiorità del palleggio argentino è evidente.

error: Content is protected !!