LE SOCIETA’ ASPETTANO, PERDONO PUNTI, POI CAMBIANO….

CHE STRANO COMPORTAMENTO. SE QUESTE DECISIONI LE PRENDESSERO PER TEMPO, MOLTO DI LORO SAREBBERO IN CORSA PER I CAMPIONATI.

Poi si parla sempre di Camilli che “mangia” gli allenatori, ma anche il contrario è assai discutibile. Decisamente di più, se si perde tanto tempo prima di prendere una decisione, dopo aver perso tanti punti preziosi per strada.

C’è bisogno di perdere ripetutamente in casa – e sprecare altri punti in giro – per camnbiare l’allenatore? Il Pisa, se avesse cambiato il tecnico – che ora è Petrone – non sarebbe adesso appaiato con Livorno e Siena? Noi pensiamo di sì.

error: Content is protected !!