VITERBESE, TOGLIERSI DALLA TESTA IL LIVORNO E PENSARE A PISTOIA!

La Viterbese ha ripreso subito a lavorare, ieri pomeriggio a Grotte di Castro, con uno spirito sicuramente non elevatissimo, come inevitabilmente accade dopo una sconfitta. Che poi non si può archiviare come una sconfitta banalissima, perché è interna e in uno scontro diretto, quindi con una valenza del tutto particolare.

Sottili ha masticato amaro: ha digerito malissimo la sconfitta, come è comprensibile, anche se è apparso convinto che la squadra abbia dato tutto quello che aveva in corpo. E questo diminuisce un pochino sensi di colpa e rimproveri da farsi, al netto degli errori individuali, che si sono stati tanti ed anche pesanti.

La Viterbese sarà di nuovo in campo – giovedì – a Pistoia con Benedetti di nuovo a disposizione del centrocampo di Sottili, il quale ha cambiato ancora modulo, mettendo Mosti trequartista dietro Vandeputte e Calderini accentrati. Stavolta non ha dato apparenti frutti, magari se ne riparlerà dopo Pasqua, quando rientreranno Jeffeson e De Sousa.

error: Content is protected !!