CUNEO-VITERBESE. COSI’ ALL’ANDATA ALLA PALAZZINA

VITERBESE C.-CUNEO 3-0

VITERBESE CASTRENSE (4-3-3): Iannarilli 6; Celiento sv (26′ pt Peverelli 6) Atanasov 6,5  Sini 6,5 Varutti 6; Baldassin 6,5 Musacci 6,5 Cenciarelli 6 (30′ st Zenuni 6); Vandeputte 6.5 Bismark 6 (21′ st Sanè 6) Tortori 6 (21′ st Mendez 6,5). A disp. Pini, Mbaye,  Micheli, Di Paolantonio, Razzitti. All.  Sottili 6,5

CUNEO (4-5-1): Stancampiano 5; Quitadamo 5 Cristini 5,5 Conrotto 5,5 D’Ignazio 5; Provenzano 5 (41′ st Secondo sv) Rosso 5 Pellini 5,5 Gerbaudo 5 (9′ st Anastasia 5,5); Aperi 5,5 Dell’Agnello 5. A disp. Bambino, Baschirotto,Mobilio, Zamparo, Martino, D’Agostino, Boni, Testoni. All. Gardano 5

ARBITRO: Valiante di Salerno 6

Guardalinee: D’elia e De Chirico

RETI: 5′ pt Sini (VC), 29′ st Baldassin (VC), 34′ st Vandeputte (VC)

AMMONITI: Bismark (VC), Provenzano (C)

NOTE: angoli 6-3 per la Viterbese, spettatori circa 1200, recuperi pt 2′ st 3′

VITERBO – Alla Viterbese serviva una vittoria, sia per rafforzare lo squillo di tromba di Alessandria, sia per chiudere otto giorni da record, con ben tre vittorie consecutive. Eppoi serviva invertire il trend dei troppi gol incassati, che spesso avevano pregiudicato l’intero potenziale collettivo. E ciò la quadra di Sottili ha fatto. Il resto conta meno, anche un primo tempo noioso, anche una certa aridità in chiave offensiva. D’altronde la gara si era incanalata automaticamente nei binari più congeniali, quando, dopo cinque minuti, è arrivato subito il vantaggio di Sini. Il difensore centrale gialloblu ha calciato da dentro l’area sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La difesa piemontese è rimasta a guardare e il portiere si è fatto passare il pallone sotto le braccia.

Gli ospiti hanno cambiato poco e niente nell’atteggiamento in campo e la Viterbese si è accontentata di gestire il vantaggio, seppur di misura, tanto il Cuneo non aveva mai dato l’impressione di poter rendersi pericoloso davanti a Iannarilli, il quale, invece, ha fatto lo spettatore puro durante i primi quarantacinque minuti di gioco.

Matrice quasi simile anche ad inizio di ripresa, poi il doppio cambio operato da Sottili (che aveva perduto per infortunio nel primo tempo Celiento – ndr) ha scosso un po’ la gara, quantomeno di quel tanto da produrre il raddoppio gialloblu, su un Cuneo che è calato ancora.

Il raddoppio (29’) è arrivato proprio da una giocata di uno dei nuovi entrati, Mendez, il quale ha innescato Baldassin, che ha superato il portiere in uscita e realizzato il suo secondo gol stagionale. Gli era andata male con il legno in Coppa Italia, gli è andata meglio stavolta!

Affondare ancora non è stato difficile e lo ha fatto la Viterbese (34’) con Vandeputte, il quale ha messo dentro da comoda posizione centrale un pallone che ha tagliato l’area ospite.

error: Content is protected !!