INIZIATA LA FULL IMMERSION PER L’ALESSANDRIA

Ci sarà da lavorare sodo. Per tutti, per lo staff, ma anche per gli uomini che si raccordano con la società, per Minguzzi, tornato al suo ruolo di diesse, e di tutti gli altri, anche quelli che lavorano ogni giorno nell’ombra. Ieri sera i giocatori hanno fatto tutti ritorno alle proprie abitazioni, nell’Alto Lazio, e stamattina saranno di nuovo sul rettangolo del “Paris”, per iniziare una “fullimmersion” che si esaurirà soltanto mercoledì pomeriggio. Con la speranza di avere anche qualche carta in più da giocare, in primi un “asso”, Jefferson, l’attaccante più forte che la Viterbese possiede, uno di quelli che possono determinare il risultato, anche ad Alessandria.

Passare dal “Paris” al “Moccagatta”, con un sogno da coltivare, per quanto difficile possa essere, può sembrare difficile, ma se la Viterbese vorrà ancora dare un senso alla propria stagione – e molti dei giocatori sperare di esserci anche il prossimo anno – allora vale la pena di provarci!

error: Content is protected !!