VITERBESE, SETTE BUONI PROPOSITI

Uno. Recuperare, appunto, Jefferson.

Due. Ritrovare la difesa dei giorni migliori, che sappia evitare gli errori recenti e contribuire ad una gara vincente ad Alessandria.

Tre. Trovare il modulo più adatto, qualunque esso sia, purchè riesca a imbrigliare Gazzi e compagni, soprattutto a centrocampo.

Quattro. Disporre di uno Iannarilli “top”, con una di quelle prestazioni con cui il ragazzo di Alatri salvò gol praticamente fatti.

Cinque. Trovare la giornata giusta di Calderini, il cui affondo possa essere meno prevedibile.

Sei. La lucidità con cui gestire la strategia, che è quella di chi deve segnare subito, per rimettere in equilibrio la qualificazione.

Sette. Trovare tanta determinazione, che non significa nervosismo, il quale è sempre dannoso e fa rischiare cartellini pericolosi.

Succederà tutto questo? Lo sapremo solo mercoledì pomeriggio. Sapremo se sarà una Viterbese in grado di conquistarsi un finale di stagione da squadra di rango, una squadra che anche oggi, così come domani e domenica, si allenerà di mattina a Grotte di Castro.

error: Content is protected !!