DONNE. VITERBO, SCONFITTA ONOREVOLE

Scafati – Defensor Viterbo  67 – 61

Scafati: Sicignano 6 (2/2 da tre), Iozzino 17 (1/5,4/9), Di Michele, Porcu (0/2 da tre), Ceccardi 7 (3/6), Salerno 11 (4/5), Scibelli 12 (4/14,1/2), Baglieri, Falanga, Cicic 14 (4/7,1/4)

Defensor: Martin (0/1,0/1), Orchi 19 (8/15,1/1), Gasbarri, Boccalato 9 (3/5,1/3), Pasquali 4 (1/1,0/5), Nizza 6 (1/4,1/1), Spirito 7 (3/5,0/1), Quaresima, Maroglio 2 (1/1,0/1), Recanati 14 (5/15,0/2). All. Scaramuccia

Note: Tiri liberi Scafati 11/15, Defensor 8/14. Rimbalzi Scafati 27 (Salerno 6), Defensor 41 (Recanati 13). Parziali 10’ (11-24), 20’ (30-36), 30’ (49-48). Nessuna uscita per 5 falli

Si è chiusa con una sconfitta di misura, ampiamente recuperabile nel match di ritorno, la trasferta della Defensor a Scafati, nel primo impegno dei playoff di serie B che mettono in palio cinque promozioni in serie A2 di basket femminile.

La compagine viterbese era partita benissimo, con un primo quarto praticamente perfetto in attacco sulla scia dei canestri di Recanati e Orchi e un’ottima tenuta difensiva. La gara è però cambiata già nella seconda frazione, in cui le padrone di casa hanno cominciato a colpire con grande precisione dalla lunghissima distanza (8/19 da oltre l’arco alla fine) ed hanno iniziato una lenta ma inesorabile rimonta che le ha riportate a contatto già prima della conclusione del secondo periodo. Ottima la distribuzione delle responsabilità offensive per le campane che hanno confermato la loro voglia di ribaltare il punteggio anche nel terzo periodo, con un’ottima Iozzino e la concretezza di Cicic e Salerno.

Malgrado il dominio a rimbalzo, con Recanati a fare la voce grossa sia in difesa che in attacco, la Defensor ha pagato la mancanza di precisione da oltre l’arco (solo 3/15) e la difficoltà nel trovare alternative in attacco alla coppia Recanati-Orchi, autrici di oltre metà dei punti complessivi della squadra.

Le gialloblù hanno comunque saputo contenere il distacco in soli sei punti alla sirena conclusiva e il margine sarà importante per la gara di ritorno, prevista per sabato 12 maggio alle 19 al PalaMalè: la formula prevede infatti che valga la differenza canestri nel doppio confronto, quindi la Defensor dovrà vincere di almeno sette punti per accedere alla finalissima che vale la promozione.

error: Content is protected !!