DAL CORRIERE DELLO SPORT …

VITERBO – Sottili suona la carica: lavora – ancora una volta sotto la pioggia –  chiedendo al gruppo di tirar fuori qualcosa in più, di affrontare con la massima concentrazione la “gara-bis” con il Pontedera, che stavolta vale assai di più dell’ultima giocata al Rocchi, solo qualche giorno fa.

Il rischio di gare come queste, dove esiste la possibilità di passare il turno pure con un pareggio – è il pensiero dell’allenatore Stefano Sottili – è quello di voler gestire il risultato, mentre invece bisogna essere bravi a non arrivare nel finale con il risultato in bilico, per evitare qualsiasi tipo di ansia”.

Per la verità, vista la differenza dei valori in campo emersa nella gara di sabato scorso, non sembrano esserci particolari problemi per aggiudicarsi questo passaggio del turno del playoff. Però è sempre meglio non rischiare e pretendere, di contro, uomini in grade spolvero, al “top” della condizione, a cominciare da Jefferson, che dovrà giocare molti più palloni, se vorrà garantire alla Viterbese la potenzialità offensiva necessaria per poter proseguire nel cammino finale.

Sul fronte del campo di allenamento per la prossima stagione, intanto, dal Comune di Viterbo – che dovrà affrontare la tornata elettorale nel prossimo mese di giugno – sembra trapelare ottimismo circa la data di inizio dei lavori per le prossime settimane. Il progetto prevede il rifacimento in erba sintetica dell’attuale campo rionale del Pilastro, ubicato ad alcune centinaia di metri dallo stadio Rocchi. Al termine dei lavori dovrà essere bandita una gara per la convenzione di gestione dell’impianto, una parte della cui disponibilità oraria quotidiana sembrerebbe essere garantita alla Viterbese. Sarà davvero così? Basta attendere, per sapere!

 

error: Content is protected !!