DAL CORRIERE DELLO SPORT …

VITERBO –  Sarà un altro esame di maturità per questa Viterbese che era stata costruita proprio per essere una delle migliori della categoria, ma che poi, strada facendo, per vari motivi, si era spesso smarrita, lasciando inopinatamente per strada punti preziosi, che avrebbero potuto dare un volto finale di più spiccato livello.

Volto, che però, Sottili e i Suoi, hanno ritrovato in questa “lotteria” dei playoff e – se le gare interne con Pontedera e Carrarese potevano essere considerati turni non proibitivi – di sicuro aver eliminato il Pisa in maniera così palese, con tanto di successo direttamente sul rettangolo della città della torre pendente, rappresenta un “ruggito” di ben altra levatura.

E il bello è che non si vogliono di certo fermare lì, ma tirar fuori il massimo dalle due gare con la Sudtirol, l’avversaria uscita dall’urna del sorteggio: sarebbero potute toccare anche Catania, Siena o Sambendettese, ma è difficile capire se sarebbe stato meglio o peggio. A questo punto della stagione è come se si giocasse un campionato diverso e l’esito della gara di Pisa ne è pure un’eloquente conferma.

Sottili avrà qualche giorno in più per preparare la squadra, potrà di nuovo disporre dell’attaccante Jefferson – squalificato a Pisa – anche se il tecnico toscano ci ha tenuto a precisare il grande merito di chi ha sostituito il Brasiliano.

L’ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DELLO SPORT DI OGGI

 

error: Content is protected !!