DAL CORRIERE DELLO SPORT …

VITERBO – Viterbese, c’è da attendere ancora! Per le prime ufficializzazioni, che sembravano già possibili nei giorni scorsi, bisognerà invece aspettare la fine di questa settimana o l’inizio della prossima.

Quella che per l’opinione pubblica può sembrare una frenata del patron non lo è per Piero Camilli, il quale sottolinea come non “si sia frenato un bel niente! Vogliamo fare le cose con calma e assumere le decisioni senza farci prendere dalla frenesia. Vi ripeto che appena decideremo davvero qualcosa di importante arriverà il regolare comunicato stampa della nostra società”.

Probabilmente c’è anche un’altra data a cui Camilli guarda con interesse, al ballottaggio di domenica prossima per il Comune di Viterbo, dal momento che, a seconda del vincitore, non è detto che non siano diverse le posizioni dell’amministrazione locale circa l’assegnazione del campo rionale “Pilastro”, in fondo sintetico, per gli allenamenti della Viterbese. Sul bando di gara per la convenzione che regolerà la “vita” del nuovo impianto nulla è ancora dato di sapere, così come sull’inizio dei lavori, per cui anche questo rappresenta un rebus su cui Camilli potrebbe stare a ragionare in questo periodo.

Per cui Lopez rimane alla finestra e, insieme a lui, anche quei giocatori che sono stati – da “radio mercato” – accostati all’allenatore  di Roma, come i vari Albertoni, Arrigoni e Baroni. Ma i giocatori, si sa, per Camilli rappresentano l’ultimo dei problemi, perché finora la “storia gialloblu” parla di tantissimi elementi che sono “corsi” verso la città dei Papi in quanto certi che, alla fine della stagione, l’ingaggio pattuito sarebbe finito regolarmente nelle loro tasche.

L’ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DELLO SPORT DI OGGI

error: Content is protected !!