CAMILLI: “HO SEMPRE STIMATO LA SAMPDORIA!”

Un evento che fa felice il patron Camilli, che ha deciso di lasciare la squadra nella massima tranquillità, lontana dai riflettori del prepartita, preferendo rispondere lui alle domande, anche un po’ scontate, del cronista, per un avvenimento che rischia di far tremare le gambe a più di un giocatore, soprattutto giovane, “entrando allo stadio di Marassi, dove l’emozione si farà sicuramente sentire, ma poi, con l’andar del tempo, tornerà ad essere una partita di calcio come tante altre. Anche se, non dimentichiamolo, giocano sul campo di una Sampdoria che seguo con piacere: mi è sempre stata simpatica. Ha sempre avuto grandi presidenti, da Mantovani a Garrone, un gentiluomo che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente. Ed ora Ferrero, a cui farò i complimenti di persona, per la sua positiva gestione.”

Tante attestazioni di stima, ma chi conosce bene Camilli sa che, in cuor suo, non gli dispiacerebbe fare uno “scherzetto” al collega più famoso, che la Viterbese facesse del tutto per far ancora parlare di sé.

Per far questo ci vorrebbe una grande prestazione per l’undici allenato da LOpez. I dubbi dell’allenatore capitolino dovrebbero riguardare soltanto l’attacco, sia a livello di scelte sui singoli, sia sulle opzioni tattiche.

error: Content is protected !!