DAL CORRIERE DELLO SPORT …

VITERBO – La Viterbese stacca la spina! Due giorni di riposo per tirare il fiato, a chiusura di un periodo molto intenso, anche emotivamente. Si archivia la stimolante parentesi della TIM CUP e ci si prepara per il campionato, nonostante ancora non siano stati sciolti tutti i nodi federali circa la data d’inizio.
In mezzo ci sarà l’ultimo troncone del mercato, da cui la Viterbese cercherà di tirar fuori quei tre o quattro “pezzi” che il patron Camilli ha promesso, per completare una rosa che già sembra molto competitiva, come ha anche dimostrato il trittico di partite giocate in Coppa Italia.
La Viterbese sta messa bene, soprattutto in difesa, dove può vantare tre centrali di grande spessore ed esperienza, che si conoscono ad occhi chiusi, per aver giocato già insieme nella scorsa stagione.
Con Rinaldi, Atanasov e Sini,indatti, c’è soltanto l’imbarazzo della scelta per Lopez, il quale potrebbe anche utilizzarli qualche volta insieme, quando certe situazioni lo renderanno possibile, o necessario.
Pur volendo usare la cautela d’obbligo, considerando che si tratta del calcio di agosto, si può ipotizzare che una difesa che ha subìto solo un gol “sporco” in tre partite di TIM CUP, in due sfide contro formazioni di categoria superiore, dovrebbe cavarsela bene anche nel proprio campionato di pertinenza.
Un campionato, come detto, che ancora non riesce a togliere i veli, per cui non si sa ancora neanche quale sarà il girone in cui finirà la Viterbese, anche se, nell’ambiente della terza serie, tutti danno i Gialloblu nel raggruppamento meridionale, ipotesi che non dispiacerebbe affatto al patron Camilli.
Di sicuro sarà un campionato in cui l’ambiente gialloblu partirà più motivato degli anni scorsi e i “Cinquecento” di Genova ne sono una dimostrazione.

error: Content is protected !!