Promozione. Cerveteri, poker col pubblico delle grandi occasioni

Un poker rifilato di fronte al proprio pubblico. Meglio di così non poteva iniziare l’avventura in stagione al Galli per il Cerveteri di mister Silvestri che ha dominato sotto tutti i punti di vista asfaltando 4-0 l’Aurelio Roma Academy.

Un successo ancora più da assaporare per i verdeazzurri visto e considerato la cornice di pubblico sugli spalti. Davvero una grande soddisfazione per la neo società che alla fine applaude i ragazzi che comunque provenivano già dal pari sul difficile campo della Csl Soccer ieri vincente nel derby contro il Santa Marinella.

Palombini, Paraschiv e due volte Bacchi: sono gli autori delle quattro reti e finalizzatori di un gioco corale entusiasmante sotto gli occhi dei supporter cerveterani e anche degli addetti ai lavori di altre società venuti per osservare da vicino la squadra. E lo ammette a caldo anche il presidente Ugo Ranieri: “Mi ha fatto piacere vedere tanta gente, abbiamo dei tifosi molto attaccati alla squadra sia per tradizione che per il passato. Se fosse tutte le domeniche potremmo contare su un’arma in più”.

Tra i protagonisti senza dubbio Danilo Bacchi, uno dei pezzi pregiati di questa rosa, un giocatore che non ha bisogno di presentazioni: 9 anni nel calcio professionistico della C1 e C2 tra Tivoli, Viterbese, Celano, Paganese, Gela e Cavese, 4 anni in Eccellenza con la Us Ladispoli per approdare lo scorso anno in serie D con l’Atletico Fregene dove ha collezionato anche 2 reti.

“E’ stata partita importantissima, vincere in casa davanti ad un pubblico del genere è stato facile per noi dare il massimo in campo per raggiungere il risultato sperato. Ora dobbiamo giocare così ogni domenica, partita dopo partita, io darò il massimo contributo alla squadra cercando di portare tutta la mia esperienza ai compagni”. Danilo Bacchi, 35 si sofferma anche sulla dirigenza. “Ho visto il nostro presidente Ranieri con grande entusiasmo al Galli, mi ha impressionato. E’ una figura giovane e vuole qualcosa di importante a Cerveteri, vuole portare il club nel calcio che conta”. Giorgio Paris, difensore di spessore ormai baluardo della retroguardia da tanti anni, commenta: “abbiamo giocato una buona partita, abbiamo avuto sempre il pallino del gioco in mano gestendo molto bene anche le poche ripartenze degli avversari. Siamo stati bravi a mantenere la calma anche quando il gol non era ancora arrivato, era nell’aria viste le numerose occasioni create. Il secondo tempo abbiamo avuto vita semplice sia per l’espulsione di un loro giocatore sia per la tenuta fisica, eravamo nettamente più in forma dovuto anche al loro iniziare la preparazione più tardiva rispetto a noi. Dobbiamo ripartire e migliorarci e crescere ancora per poter dire ancora di più la nostra in questo campionato”.

Soddisfatto il tecnico Silvestri, come pure il direttore sportivo Fabio Ciampa. “Volevamo iniziare bene in casa e così è stato. Non abbiamo trovato un avversario di grande levatura, però la squadra ha dimostrato di avere carattere e spirito di iniziativa. Test più probanti ci diranno di che pasta siamo fatti. Ci tengo a ringraziare la tifoseria, non pensavo di trovare una tribuna così gremita. Se ci saranno vicino e saranno il nostro dodicesimo chi ci affronta ci dovrà temere”.

La classifica dopo due giornate vede il Cerveteri nella parte alta della classifica con 4 punti ma il campionato è appena iniziato e domenica prossima la formazione di Silvestri andrà fuori casa contro DuepigrecoRoma a quota 3 punti. Intanto mister Silvestri si gode i 3 punti. “Logico abbiamo trovato subito morale dopo la rete, eravamo emozionati per il pubblico presente. Sono convinto che questa è la strada giusta, ho una bella rosa, i calciatori a disposizione ruoteranno e dovrò fare un gran lavoro nello spogliatoio. Ieri ho visto il Cerveteri che voglio, motivato e concentrato, pronto a dominare l’avversario”.

Pensieri rivolti inevitabilmente a domenica prossima. “Il Pigreco so che è una buona squadra ma dobbiamo andare lì per fare bella figura e imporre il nostro gioco senza pensare troppo al tatticismo”.

error: Content is protected !!