CAMILLI: “ALLORA SE NON C’ERA LA VITERBESE, MANDAVANO AL SUD IL SIENA?”

“Ma che discorsi sono, quelli della Lega? Allora, se non c’era la Viterbese, chi ci mandavano al sud, il Siena? Eppoi leggo delle Siciliane che volevano andare al nord, ma la Reggina non ha voluto: è chi è la Reggina? Suvvia, siamo seri: è evidente che dopo i mancati ripescaggi in B doveva essere rimescolato tutto, perché era cambiata enormemente la realtà geografica. Loro facciano quello che vogliono, io – intanto – martedì prossimo non gioco!”

La posizione dell’imprenditore di Grotte di Castro non si sposta neanche di un millimetro, quindi, anche se in molti sperano in un ripensamento dell’ultimo momento, cogliendo alcuni segnali – chiaramente assai soggettivi – come quello che al “Rocchi” si siano fatte, ieri, le pulizie.

C’è chi riferisce di una delegazione di giocatori che abbia cercato di parlare con Camilli, nel tentativo di convincerlo a cambiare idea.

“I giocatori facciano i giocatori – è la conclusione eloquente  del patron gialloblu – che al resto ci penso io!”

error: Content is protected !!