EDICOLA OGGI …

VITERBO – Dopo cinquantacinque giorni il “Rocchi” riapre i battenti, per far tornare a parlare di calcio e – soprattutto – a vedere il calcio giocato. E’ stato un lunghissimo periodo per gran parte composto da calcio non giocato, se si escludono i dieci giorni che hanno compreso le trasferte della TIM CUP, bellissimo momento dell’estate della gente gialloblu, vissuto con grande entusiasmo. Per il resto, come detto, sospensioni, comunicati, verdetti, tutto ciò che non fa bene all’ambiente calcistico e – soprattutto – alla squadra.
Sarà interessante vedere come Lopez schiererà il centrocampo, ad esempio, se riuscirà a trovar posto per la maggior parte dei pretendenti a una maglia, se farà convivere insieme Palermo, Bovo e Baldassin.
In attacco, aspettando Saraniti, ci sarà la possibilità, oltre a Polidori, di vedere all’opera più di un giocatore, compreso Pacilli, l’ultimo arrivato, da Lecce, in coppia con il centravanti che sarà in tribuna a guardare i compagni di squadra.
L’ultima volta, in amichevole, la Viterbese non aveva brillato molto a Gubbio, ma sembra già passato un secolo da allora, per via della burrascosa attesa dell’inizio e della fibrillazione che il tira e molla nelle decisioni federali.


 

error: Content is protected !!