AMARCORD. IL BASKET – E I GIOVANI – DEGLI ANNI SETTANTA

Erano gli anni d’oro, quelli di un ragazzo che sognava scrivendo articoli con la Olivetti “lettera 32”, che vedeva i suoi pezzi pubblicati su IL TEMPO come qualcosa di prodigioso. Traeva linfe incredibili da questo e faceva chilometri e chilometri sul motorino, un CF Minarelli, per poter arrivare a seguire più partite possibili, di qualsiasi disciplina sportiva. Basket compreso, s’intende. Come, ad esempio, un concentramento di basket femminile giovanile – per la precisione, la fase interregionale juniores – che si…

Leggi il seguito

AMARCORD. IL “VOLO” DI STEFANO COLAGE’

Stefano Colagè ha spiccato il volo da Canino, mettendo insieme una carriera davvero rilevante, fatta di ben quattro partecipazioni ai campionati del mondo, compresa quella di Colorado Springs, quando aiutò Argentin a indossare l’iride. Ciclista dinamico, ricco di grinta, in grado di farsi valere su diversi tracciati. In salita andava fortissimo e sembrava avere tutte le carte in regola per vincere. Ancor di più di quanto sia riuscito a portare a casa. Nella sua ampia bacheca spicca la Tirreno-Adriatico del…

Leggi il seguito

AMARCORD. L’APPRODO DI TOTO’ DI SOMMA A VITERBO

VITERBO – Due erano stati i suoi contatti con Viterbo: trentun anni fa come avversario in campo con la maglia del Lecce e nel ’76 in ritiro a Montefiascone con l’Avellino allenatore da Paolo Carosi. Stavolta, per Salvatore Di Somma, Viterbo significa panchina, significa ritornare sul campo di gioco per allenare, la cosa che piace di più al 54enne tecnico campano chiamato da Aprea a sostituire Bacci, la cui sorte sembrava segnata fin da domenica sera, ma che le dichiarazioni…

Leggi il seguito

AMARCORD. COSI’ I LETTORI PROPONEVANO LA VITERBESE NELL’ESTATE DI SEDICI ANNI FA

1) Fimiani, Masini, Brutto, Stella, Borsa, Paci, Capparella. Pisciotta, Sergi, Erba, Criniti. Allenatore: Pellegrino (formazione proposta da: Adelmo Di Mario) 2) Musella, Masini, Affuso, Amita, Paci, Mannucci, Barone, Lavecchia, Bau, Criniti, Del Core. Allenatore: Foschi (Piero Baccelloni) 3) Capelletti, Mannucci, Dei, Grossi, Paci, Movilli, Fini, Coppola, Martinetti, Maschio, Belmonte. Allenatore: Puccica (Massimo Chiusaroli) 4) Fimiani, Di Loreto, Mannucci, Fiorentini, Ola, Battisti, Mesto, Coppola, Manca, Paradiso, Passiatore. Allenatore: Pellegrino (Genc Ibro) 5) Musella, Manni, Pagano, Mannucci, Paci, Movilli, Piemonte, Coppola, Santoruvo,…

Leggi il seguito

AMARCORD. LA FESTA DEL RONCIGLIONE DEL 2002

RONCIGLIONE – Aveva un conto in sospeso, Franco Antolini, con la categoria superiore. Gli rimase indigesta l’esperienza di una decina di anni sulla panchina della Sammarinese conclusasi prematuramente nonostante indubbi meriti acquisiti. Ora l’esperto tecnico, giocatore dalla tecnica fine degli anni sessanta, ha saldato il conto con la Promozione raggiungendola ed entrando dal portone principale dopo aver costruito pian piano, insieme ad un’intera cittadina desiderosa di tornare a livelli calcistici rilevanti, una squadra capace di trionfare. Per l’allenatore rossoblù, impegnato…

Leggi il seguito

AMARCORD. C’E’ CHI DICE ….”DOVREI DIRGLI GRAZIE, AL CALCIO!”

Una Viterbese – e un calcio in generale – per ogni decennio. Per tutti i gusti, per tutte le generazioni. Per un calcio che, insieme ad essa, si è trasformato inesorabilmente nel tempo. Dalla vecchia Palazzina, appena ricoperta di verde, su cui sfrecciarono gli uomini che fecero volare la Viterbese in serie C, quelli che si fermavano al bar di fronte allo stadio a giocare a biliardo, che scherzavano con i giovani cronisti, che erano felici di stabilire contatti umani…

Leggi il seguito

AMARCORD. MAURIZIO COPPOLA, GIALLOBLU, DOPO IL VOLO DELLA SERIE A

Uno dei più bravi visti all’opera alla Palazzina. Lo avevamo “conosciuto” tanti anni prima, direttamente dagli aneddoti e dai racconti di Pino Albergo. Costui era il padre di Michele, portiere di belle speranze, che arrivò alla Viterbese in uno dei tanti momenti di improvvisazione, a cavallo tra gli anni ottanta e novanta. Seguiva il figlio in ogni istante e si intratteneva amabilmente con le  persone di Viterbo. Amava – oltre a Michele – il calcio in una maniera viscerale: vedeva…

Leggi il seguito

AMARCORD. GLI EX GIALLOBLU: “TATANKA” ETTORI

“Katanka” era il suo appellativo, quello che gli avevano regalato i tifosi dell’Ospitaletto, la squadra che cominciò a conoscerlo, a lanciarlo e ad amarlo: Alessandro Ettori cominciò così e a Viterbo ottenne la maturazione ottimale. Arrivò alla Palazzina in quel triennio in cui fare mercato diventava un’arte, con Di Maio che riusciva a scovare giovani promettenti per costruire buone squadre e racimolare anche gli utilissimi premi valorizzazioni dalle società delle serie superiori che mandavano volentieri i giocatori in prestito nella…

Leggi il seguito

AMARCORD. IL BASKET VITERBESE DEGLI ANNI SETTANTA

Erano i tempi in cui la Garbini si faceva valere in serie D. Era la massima espressione del panorama viterbese, con i vari Achilli, Micio, Angelucci, Galli, Navas, Zaccani (il fratello maggiore) e Di Giuseppe. Praticamente quelli che poi lasciarono spazio alla prima formazione extraviterbese, che salì in serie C e –successivamente – tra i Cadetti. Una galleria interminabile, nella lunga gestione della signora Anna Garbini alla presidenza del basket maschile, che ha davvero riversato enormi somme nella vita della…

Leggi il seguito

AMARCORD. LA SERIE C DEL 2002: QUANTE VECCHIE CONOSCENZE!

1 – 9/10/02 (recupero)        Benevento-Giulianova 1-2 68’ e 94’ Elia (G), 82’ rig. Mastrolilli (B) BENEVENTO: Basso 7, Colletto 6.5, Nocerino 6.5, Tchangai 7 (10′ st Chiavaroni 6), D’Aniello 5.5, De Rosa 6, Vanacore 5.5 (1′ st Cutolo 6), Mastrolilli 5.5, Luisi 6, Di Nardo 6 (34′ st Sada sv). In Panchina: Chiavelli, Lo Calzo, Monetta, Iezzi Allenatore: Di Costanzo GIULIANOVA: Ardigò 6.5, Luzi 6.5 (26′ st Di Felice 6), Maiuri 6, Olivieri 6, Langella 5.5, F.Del Grosso 6 (40′…

Leggi il seguito

AMARCORD. CAPELLO A VITERBO, MA ANCHE ZOFF E GRAZIANI…

Già, perché non sarebbe stato facile pronosticare che quel giovane  allenatore  del  Milan,  che  intervistammo  per TeleViterbo tanti anni prima, sarebbe poi stato lo stesso a cui far domande come responsabile della Roma, che aveva portato allo scudetto. Quella stessa Roma che vinse il precedente scudetto, guidata dal “Barone” Liedholm, proprio nello stesso anno in cui Capello  stava  seduto  accanto  a  noi,  davanti  alla  telecamera della trasmissione dedicata al torneo Grossi-Morera. Stavamo a Bagnaia, all’albergo “da Biscetti”, dove il Milan…

Leggi il seguito
error: Content is protected !!