IL RIASSUNTO DELLA DOMENICA GIALLOBLU. GARA, RUBRICHE, PAGELLE, INTERVISTE, PERSONAGGI

VITERBESE-PIACENZA 1-0

 

LE FORMAZIONI

Non c’è l’ultimo arrivato Doninelli e viene dato un turno di riposo  a Cuffa, che ha tirato sempre la carretta, finora. Torna a terzino destro Celiento e Pandolfi, che pure non era andato male a Roma, torna a sedere in panchina.

VITERBESE (4-2-4): Iannarilli; Celiento, Pacciardi, Dierna, Varutti; Cenciarelli, Cruciani; Falcone (20′ st Doninelli), Neglia, Jefferson, Sandomenico (38′ st Cuffa). A disp. Pini, Belcastro, Micheli, Bernardo, Pandolfi, Cardore. All. Dino Pagliari

PIACENZA (4-3-3): Pelizzoli; Sciacca (38′ Cazzamalli), Pergreffi, Abbate, Masullo; Segre (22′ st Razzitti), Taugourdeau, Hraiech; Nobile (17′ st Tolissi), Romero, Franchi. A disp. Miori, Di Cecco, Pozzebon, Colombini, La Vigna, Castellana, Bertoli. All. Arnaldo Franzini.

ARBITRO: Stefano Lorenzin di Castelfranco Veneto

Un minuto di raccoglimento prima dell’incontro.

Ammonito Dierna, poco dopo Franchi, Nel finale di primo tempo Cenciarelli. Nel secondo tempo Pacciardi, poi Sciacca e Masullo.

LA PARTITA

8′ Pellizzoli para su Jefferson a botta sicura

19′ Palla gol per il Piacenza: tiro da un metro, Iannarilli respinge con il piede.

Nessun  recupero e il primo tempo termina 0-0. Angoli 2-4.

Secondo tempo, la prima conclusione è di Falcone, a lato.

Al 15′ bello spunto di Jefferson, che poi aspetta troppo a tirare.

Al 20′ esordio in gialloblu per Doninelli.

29′ SBLOCCA IL RISULTATO JEFFERSON DI TESTA DA AZIONE DI CALCIO PUNIZIONE, PERALTRO, FATTA RIPETERE DALL’ARBITRO.

31′ espulso Cruciani con un rosso diretto, insieme a Razzitti; si prosegue dieci contro dieci.

45′ tira Neglia, devia il portiere e l’arbitro concede 6′ di recupero.

Finisce così, con la vittoria della Viterbese di misura con la prima rete in gialloblu dell’attaccante brasiliano Jefferson, salendo  a quota 34 punti. Ora la classifica sorride molto di più, anche se qualche correttivo all’undici iniziale sembra ugualmente necessario.

 

 

QUELLO CHE JEFFERSON “CREA”, IANNARILLI CONSERVA

 

DI MAURO CUCCAGNA

Lavori in corso per la Viterbese di Dino Pagliari, in cerca di amalgama e gioco corale da opporre agli avversari. I tre punti del dopo – mercato arrivano lo stesso, con l’occasione trasformata da Jefferson e la complicità di un Pelizzoli sulla via del tramonto. Una vittoria da cui ripartire, novanta minuti al cospetto di un buon Piacenza, utili per cercare affiatamento e geometrie di gioco.

Quattro nuovi innesti sono sempre tanti, nonostante un effettivo aumento di qualità, manca quell’intesa che si ottiene soltanto con il lavoro settimanale. A questo punto diventa determinante il mestiere di Pagliari, chiamato in causa direttamente per plasmare un gruppo semi – nuovo, che dovrà attingere dal credo calcistico del tecnico la direzione verso cui incamminarsi . Sui nuovi innesti, spicca sopra tutti il nome di Jefferson che ha trovato subito una buona propensione offensiva,  sempre presente al centro delle occasioni create.

Se Falcone e Sandomenico segnano il passo nel loro esordio alla Palazzina, i venti minuti concessi a  Doninelli sono sembrati buoni in prospettiva futura, dal momento che l’ex Siena ha messo in mostra buona proprietà di palleggio e capacità organizzativa di manovra. La sensazione netta e’ che i gialloblù hanno di fronte ampi margini di miglioramento, sui quali scommettere senza remore, anzi puntare decisamente ad una seconda parte di campionato di assoluto spessore. 

 

LE PAGELLE

Iannarilli 7

Quella parata di piede su un tiro scagliato da due metri è il suo gioiello della domenica. I suoi interventi nel primo tempo sono stati determinanti per non far andare sotto la sua squadra nel momento forse più complicato della gara. 

Jefferson 7-

Ha confermato le sue qualità di saltatore, ma anche di buona tecnica: soprattutto uno stop eccellente, con il quale “incolla” letteralmente il pallone al collo del piede. E’ un attaccante che piace e che può dare i gol fin qui mancati alla Viterbese.

Dierna 6,5

Un po’ di nervosismo iniziale e il cartellino giallo rimediato, potrebbero esser dipesi da questo. Ma poi riprende in mano la situazione e nel secondo tempo gioca col solito piglio del protagonista, di uno dei grandi protagonisti della Viterbese di quest’anno.

 

PAGLIARI: “NEL SECONDO TEMPO CORSO TANTO E BENE!”

Soddisfatto in sala stampa, al termine della gara, il tecnico gialloblu Dino Pagliari. “Nel secondo tempo – è il pensiero dell’allenatore marchigiano – abbiamo corso tanto e bene. Tutti possiamo crescere e questo è un gruppo che può crescere. Facciamo un passo alla volta: oggi abbiamo puntato il Piacenza, domenica prossima punteremo il Prato. Per quanto riguarda il mercato non chiedete a me: chiedete al direttore sportivo e al “grande Capo””

error: Content is protected !!