PRATO-VITERBESE 2-0. SCONFITTA SENZA SCUSE. ANCHE UN PALO E UN RIGORE SBAGLIATO PER IL PRATO

VITERBESE: Iannarilli (1), Pacciardi (3), Dierna (5), Falcone (11), Cenciarelli (17), Jefferson (18), Neglia (20), Sandomenico (25), Varutti (26), Doninelli (27), Celiento (31). A disposizione: Pini (22), Tortolano (7), Cuffa (8), Micheli (12), Jallow (14), Battista (19), Miceli (21), Pandolfi (23), Cardore (24). Allenatore: Dino Pagliari.
PRATO: Melgrati (1), Catacchini (2), Martinelli (5), Gargiulo (7), Moncini (9), Tavano (10), Di Molfetta (11), Checchin (20), Tomi (29), Marzorati (30), Piscitella (40). A disposizione: Layeni (33), Romano (6), Carcuro (8), Danese (14), Ceccarelli (16), Malotti (19), Brondi (21), Benucci (26), Strada (28), De Marchi (31), Beduschi (32). Allenatore: Francesco Monaco.
RETI: 37′ pt Moncini (P), 44′ st Tavano (P)
ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo.
ASSISTENTI: Ramy Ibrahim Kamal Jouness di Torino e Claudio Gualtieri di Asti.
NOTE: pioggia continua e terreno di gioco molto pesante, probabilmente anche oltre i limiti della praticabilità
 
Si è rischiato di non giocare per il campo allentato dall’abbondante pioggia. L’arbitro ha effettutato un test insieme ai due capitati eppoi ha deciso che la partita poteva iniziare regolaermente.
 
LA FORMAZIONE. A sorpresa Pagliari tiene fuori tutti gli ultimi arrivati dal mercato e Pandolfi che stava molto bene e che aveva svolto una settimana di allenamenti molto intensa. Esordio dall’inizio per Doninelli al posto dello squalificato Cruciani.
DONINELLI, PRIMA VOLTA DALL’INIZIO
PRIMO TEMPO.
Definirla una partita di calcio su quel pantano è un esercizio letterario. Però il campo impraticabile c’era anche per i padroni di casa, che ci hanno messo qualcosa in più e costretto Iannarilli a più di una parata.
Una sola occasione per Dierna e compagni, ma concreta, addirittura un palo di Neglia alla mezzora. Poi, subito dopo, il gol del vantaggio di Moncini, classe 1996, che ha bruciato una difesa nell’occasione impacciata. Praticamente nell’unica occasione in cui non ci aveva messo una toppa Dierna, è arrivato il gol del Prato, che ha fatto suo il primo tempo e battuto una retroguardia che era uscita imperforata nelle precedenti tre gare. Non male l’inserimento di Doninelli, in difficoltà Jefferson ed i cursori laterali.
MONCINI, AUTORE DEL GOL
SECONDO TEMPO.
Entrano Jallow e battista al posto di Sandomenico e Falcone, a dimostrazione che l’undici iniziale era sbagliato. Ma non è che cambi molto negli equilibri tattici e nel rendimento delle due squadre in campo: il Prato sa adeguarsi al terreno scivoloso, la Viterbese no. E non entra praticamente mai nell’area di rigore avversaria, anzi, deve affidarsi a Iannarilli e alle sue parate per evitare il raddoppio dei locali, anche quando Tavano va a calciare un rigore, neutralizzato dal ragazzi di Alatri. Negli ultimissimi minuti esordisce anche Tortolano, che ormai non può fare evidentemente nulla, proprio mentre Tavano va a farsi perdonare dai suoi e mette dentro il gol del 2-0 che sancisce la partita e stoppa la Viterbese, che ha deluso.
CICCIO TAVANO, UN RIGORE FALLITO E UN GOL SEGNATO
 
 
error: Content is protected !!