TRE DOMANDE A PAGLIARI: LA VITERBESE VA A PRATO PER VINCERE?

La Viterbese va a Prato per vincere?

“I giocatori buoni, come detto, ce li hanno tutte le squadre, Prato compreso, ed è strano che stia in quella posizione di classifica che non merita. Noi dovremo essere molti bravi, se vogliamo fare un risultato da loro. Ci stiamo allenando bene, perché ho sempre sostenuto che questo gruppo lavora con la giusta consapevolezza. Ai giocatori nostri l’ho ripetuto per tutta la settimana: il Prato ha elementi in gamba, ma noi dobbiamo trovare la nostra identità, con la qualità che non vada mai a deperirsi.”

Mister, ma come è, davvero, questo campionato?

“Un campionato in cui in molti hanno qualcosa da dire. Abbiano, ad esempio, affrontato un po’ tutto il campione di squadre del campionato, dall’alto verso il basso, e secondo me il Piacenza è la squadra più interessante del momento, con tutto il rispetto per Cremonese o Arezzo. Ha giocato una mezzora in cui ci ha messo in difficoltà e questo significa che ha qualità.”

E come cambia la Viterbese dopo il mercato invernale?

“Cambia molto il nostro profilo, con otto giocatori in entrata e otto in uscita. Tutto dipende, però, da come affronti le partite: sul campo tante cose passano in secondo piano. Qualità e quantità devono essere il motore delle nostre prestazioni. E’ chiaro che abbiamo cercato di portare elementi che a livello tattico possano darci qualcosa di più”.

error: Content is protected !!